Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iran valuta incontro informale con firmatari accordo sul nucleare - vice ministro Esteri Teheran

© AP Photo / Vahid SalemiBandiera iraniana, Iran, Teheran
Bandiera iraniana, Iran, Teheran - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2021
Seguici su
Un primo incontro informale parrebbe sempre più probabile, dopo le rispettive aperture di Washington e Teheran ad una tale eventualità.

Teheran sta valutando la proposta dell'Unione europea di tenere un incontro informale tra i membri del Piano d'azione globale congiunto (PACG) del 2015 insieme agli Stati Uniti, ha detto domenica il viceministro degli Esteri iraniano Abbas Araghchi.

"Stiamo studiando la proposta, siamo in contatto con i partner di  Russia e Cina sulla questione. Dopo le consultazioni, prenderemo una decisione", ha detto Araghchi durante un'apparizione in tv.

Il vice ministro degli esteri ha aggiunto che la possibilità di rilanciare l'accordo sul nucleare dopo l'arrivo alla Casa Bianca del presidente degli Stati Uniti Joe Biden è concreta.

L'apertura di Washington

Giovedì, il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price ha detto che gli Stati Uniti accetteranno un invito a partecipare a un incontro con altri membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite - Russia, Francia, Regno Unito, Cina - più Germania e Iran per discutere del programma nucleare di Teheran. 

Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha accolto tali dichiarazioni con soddisfazione, annunciando che l'Iran sarebbe disposto a partecipare ad una tale iniziativa.

Mohammad Javad Zarif  - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2021
Zarif critica l'ipocrisia occidentale sull'espansione dell'impianto nucleare israeliano

Gli accordi sul nucleare di Vienna del 2015

Nel 2015, l'Iran ha firmato il piano d'azione globale congiunto con il gruppo P5 + 1 e l'Unione europea. L'accordo richiedeva all'Iran di ridimensionare il suo programma nucleare e di ridurre le sue riserve di uranio in cambio di una riduzione delle sanzioni, inclusa la revoca dell'embargo sulle armi cinque anni dopo l'adozione dell'accordo.

L'amministrazione Trump è uscita dall'accordo nel 2018 e ha ripristinato le sanzioni contro la Repubblica islamica.

A dicembre, l'Iran ha approvato una legge per aumentare l'arricchimento dell'uranio e interrompere le ispezioni delle Nazioni Unite dei suoi siti nucleari in risposta all'uccisione del fisico nucleare Mohsen Fakhrizadeh.

All'inizio di gennaio, l'organizzazione iraniana per l'energia atomica ha annunciato che il paese era riuscito ad arricchire l'uranio al 20 per cento presso l'impianto di arricchimento del combustibile di Fordow.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала