Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Emergenza Covid-19, verso zona arancione nazionale per un mese

© Foto : Evgeny UtkinLa situazione a Milano durante la pandemia del coronavirus, Italia
La situazione a Milano durante la pandemia del coronavirus, Italia - Sputnik Italia, 1920, 20.02.2021
Seguici su
I governatori delle regioni si riuniranno sabato pomeriggio per trovare un accordo da presentare al governo sull'imminente scadenza dello stop agli spostamenti inter-regionali.

Il 25 febbraio scade il divieto di spostamento tra le regioni, l'ultimo provvedimento dell'esecutivo Conte, su cui la nuova squadra di governo sarà chiamata a decidere. Il peggioramento della situazione epidemiologica, emerso dai dati sul monitoraggio settimanale dell'Istituto superiore della Sanità (Iss) pubblicati venerdì, fa pensare ad un prolungamento dello stop, ma le regioni potrebbero chiedere una variazione del sistema di colorazione. 

Secondo indiscrezioni trapelate dalla stampa, l'indirizzo delle regioni è quello di chiedere l'estensione del divieto di spostamento inter-regionale almeno sino al 5 marzo e una strategia di contenimento omogenea per tutti i territori. Stop alle diverse colorazioni, quindi, piuttosto disporre un'unica colorazione arancione per un mese, in modo da frenare la diffusione delle varianti. 

La riunione dei governatori

I governatori non si limiteranno a discutere degli spostamenti, l’ordine del giorno della conferenza delle Regioni a tal proposito è chiaro: “valutazione dell’attuale sistema di regole per la gestione e il contenimento della pandemia in vista dell’adozione del prossimo DPCM”.

Auto su una strada in Italia - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2021
Divieto spostamenti, Conferenza Regioni dice sì alla proroga

Ma se alcuni governatori, come Attilio Fontana, sono d'accordo sulla necessità di rivedere il sistema della colorazione, con restrizioni omogenee su tutto il territorio nazionale, altri presidenti, come Giovanni Toti, non sono favorevoli ad una stretta dal 24 febbraio, che sacrificherebbe le attività di ristorazione dei territori a cui è stata assegnata la fascia gialla. 

L'ultima parola, dopo la presentazione del documento, spetterà al governo Draghi. 

Da domani passano in zona arancione Campania, Molise ed Emilia Romagna, aggiungendosi ad Abruzzo, Liguria, Toscana e Umbria, mentre Lazio, Piemonte e Lombardia restano gialle, anche se potrebbero subire una stretta la prossima settimana. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала