Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Francia annuncia: pronti a coltivare il tartufo bianco, l’Italia: “Una bella notizia”

Tartufo bianco - Fiera di Alba - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2021
Seguici su
Coltivare il tartufo bianco che cresce spontaneamente in Italia si può, secondo uno studio portato avanti per nove anni dai ricercatori francesi. Il direttore del Centro nazionale studi tartufi, Mauro Carbone, ha accolto con favore la notizia, ricordando che "da decenni" è in calo la produzione spontanea del pregiato fungo.

L’Institut national de recherche pour l’agriculture, l’alimentation et l’environnement (INRAE) ha annunciato di essere riuscito a coltivare “il Tuber magnatum Pico, noto come il Tartufo Bianco del Piemonte o Tartufo Bianco italiano, il tartufo più raro e più costoso”, che “viene raccolto esclusivamente nei boschi di alcuni paesi europei".

​Dopo 9 anni di ricerca in collaborazione con il vivaio ROBIN, nel 2019 sono stati raccolti tre tartufi e nel 2020 altri quattro.

“Questi tartufi sono quindi i primi ad essere raccolti in una piantagione al di fuori dell'area geografica naturale di questa specie”, ha sottolineato l’ente di ricerca.

"La produzione annuale di questo tartufo è di poche decine di tonnellate", ha ricordato il centro di ricerca, sottolineando che "l'offerta spesso non riesce a soddisfare la forte domanda mondiale".

"Una bella notizia, darà fiato al settore"

La notizia è stata accolta con favore in Italia, anche a fronte del calo della produzione spontanea registrata negli ultimi anni. Il direttore del Centro nazionale studi tartufi di Alba, Mario Carbone, ha infatti dichiarato a La Stampa: “C’è spazio per tutti”.

“Da decenni assistiamo quasi impotenti alla diminuzione della produzione spontanea di tartufi bianchi, a causa di tanti fattori: il disboscamento, l’incuria, l’inquinamento. Se qualcuno ha finalmente trovato il modo per far crescere i tartufi sotto piante selezionate, non può che essere una bella notizia, che darà fiato a tutto il settore. Anche perché non credo che questa scoperta possa causare cambiamenti repentini e radicali. Il fascino del tartufo bianco resterà tale ancora per tanti anni”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала