Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Canberra, Facebook ha agito con "mano pesante" nel bloccare accesso alle notizie in Australia

© REUTERS / Dado RuvicA man is silhouetted against a video screen with a Facebook logo
A man is silhouetted against a video screen with a Facebook logo - Sputnik Italia, 1920, 18.02.2021
Seguici su
Facebook ha agito in modo "sbagliato" e "pesante" impedendo ai media australiani e al governo di condividere notizie sulla sua piattaforma in risposta a una proposta di legge che costringe il gigante tecnologico a condividere le entrate con i punti vendita, ha detto giovedì il tesoriere australiano Josh Frydenberg.

"Per quanto riguarda le azioni di Facebook oggi, Facebook ha agito in modo errato", ha detto il tesoriere australiano Josh Frydenberg ai giornalisti, come citato da 7News. Ha osservato che il blocco dell'accesso degli australiani alle pagine del governo era "completamente estraneo al codice dei media che deve ancora passare attraverso il Senato".

"Ma ciò che gli eventi di oggi confermano per tutti gli australiani è l'immenso potere di mercato di questi giganti digitali dei media", ha dichiarato il tesoriere.

Logo Facebook - Sputnik Italia, 1920, 17.02.2021
Facebook, Antitrust commina 7 milioni di multa: uso scorretto di dati
All'inizio della giornata di ieri, Facebook ha rimosso i post delle agenzie di stampa australiane e delle pagine governative, compresi quelli appartenenti all'ufficio di meteorologia, al team di responso alla pandemia, alla salute mentale e ai servizi di emergenza. L'episodio è avvenuto dopo che il gigante dei social network non è riuscito a influenzare Canberra sulla proposta di legge sulla contrattazione dei media, che è stata approvata dalla camera dei deputati il 17 febbraio.

In seguito il tesoriere ha avuto un colloquio con il gigante di Facebook Mark Zuckerberg in relazione al codice sulla contrattazione dei media per cercare di trovare una soluzione comune.

​Il codice di contrattazione dei media proposto deriva da un ordine del dipartimento del Tesoro del 2018 all'agenzia australiana per la concorrenza e i consumatori per indagare sull'impatto dei giganti tecnologici sull'ambiente dei media in difficoltà. Alcuni critici sostengono che le nuove regole sono state redatte per volere del magnate dei media australiani Rupert Murdoch.

Giuseppe Conte incontra la stampa  - Sputnik Italia, 1920, 14.02.2021
Post Facebook di commiato di Conte il più letto in Italia e nel mondo
Google e Facebook hanno fatto pressioni contro la legge, definendola impraticabile e sostenendo che affronta la fonte errata delle difficoltà dei mezzi di informazione.

In precedenza Facebook ha ricevuto una sanzione di 7 milioni di euro dall'Antitrust italiana per mancate modifiche riguardo il trattamento scorretto dei dati degli utenti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала