Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stoltenberg vuole una Nato più solidale con maggiori finanziamenti dei Paesi membri

© AP Photo / Francois LenoirIl segretario generale della NATO Jens Stoltenberg
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg - Sputnik Italia, 1920, 17.02.2021
Seguici su
Il cambiamento meditato dal segretario generale della Nato Jens Stoltenberg implica che i Paesi membri si assumeranno maggiori responsabilità finanziarie, anche quelli che non prendono parte alle operazioni dell'Alleanza.

Gli oneri finanziari tra gli Stati membri della Nato devono essere distribuiti più equamente, afferma il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Jens Stoltenberg.

Oggi gli Stati Uniti pagano molto per le operazioni dell'alleanza. Il cambiamento significherà che i suoi paesi membri si assumeranno maggiori responsabilità, compresi quelli che non prendono parte alle operazioni.

Lo schema attuale implica che i Paesi che partecipano alle operazioni congiunte diano il proprio contributo finanziario singolarmente. Proprio questo punto vuole cambiare il segretario generale. Tutti devono partecipare e pagare, ha affermato in un'intervista con l'emittente nazionale norvegese NRK. 

Matteo Renzi - Sputnik Italia, 1920, 08.02.2021
Renzi segretario della Nato? Ecco cosa gli serve per ottenere il mandato

In breve il numero uno della Nato vuole una cooperazione più stretta tra i Paesi membri e un budget più ampio.

"Spendere più soldi insieme sarà un'espressione della forza del nostro impegno ai sensi dell'articolo 5, la promessa di difenderci a vicenda. Contribuirà anche a una più equa distribuzione degli oneri", ha detto Stoltenberg su NRK.

Questa è una delle idee principali di Stoltenberg per il progetto della Nato nel 2030, che verrà approvato al vertice dell'Alleanza Atlantica entro la fine dell'anno e definirà gli obiettivi su come rafforzare il blocco. Una più equa condivisione degli oneri è sempre stato un argomento fisso di discussione, così come resta l'obiettivo per gli Stati membri di impegnarsi a spendere almeno il 2% del rispettivo Pil per la difesa.

"L'amministrazione Biden negli Stati Uniti è chiaramente impegnata nella cooperazione. Possiamo farcela solo se saremo uniti", ha detto Stoltenberg.

La proposta di Stoltenberg sull'equa ripartizione degli oneri sarà discussa a livello ministeriale della Nato prima di essere presentata al prossimo vertice dell'Alleanza Atlantica.

Il vertice tra i ministri della Difesa dei Paesi della Nato si svolgerà in videoconferenza tra oggi e domani e sarà presieduto da Stoltenberg: è il primo incontro con la nuova amministrazione americana di Biden. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала