Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino, in Lombardia è boom di richieste dagli over 80: "100mila registrazioni in 5 ore"

© AP Photo / Ginnette RiquelmeUn operatore sanitario tiene una siringa con il Vaccino Pfizer
Un operatore sanitario tiene una siringa con il Vaccino Pfizer  - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2021
Seguici su
In Lombardia preso d'assalto il sito per prenotare la vaccinazione per gli over 80. Il governatore Attilio Fontana: "In cinque ore circa ci sono state 100mila registrazioni". Disagi nel primo pomeriggio, ma il sistema ha retto.

Sono state oltre 180.000, alle 23 di ieri, le adesioni alla campagna vaccinale per gli over 80 partita in Lombardia. La maggior parte delle prenotazioni sono arrivate dai cittadini, ma anche dai farmacisti e da qualche centinaio di medici di base.  

È attorno alle 14.30 che c’è stato il boom di richieste, come racconta il Corriere della Sera, con più di centomila persone in coda e un’attesa di oltre un’ora per registrarsi. La situazione si è normalizzata nel pomeriggio. Nonostante i numeri altissimi il sistema ha retto, ha fatto sapere ieri il presidente della Regione Attilio Fontana.

Vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 15.02.2021
Covid, OMS approva l'uso di emergenza del vaccino AstraZeneca
"In cinque ore circa ci sono state 100mila registrazioni", ha detto, citato dal quotidiano di via Solferino. Il governatore lombardo ha ammesso che si sono verificati “alcuni disagi” riguardo gli sms di risposta che dovevano comunicare il codice per perfezionare la registrazione al sito, inviati con una media che oscillava fra 600 e mille al minuto, che però sono stati “risolti dal gestore telefonico” nel pomeriggio.

La regione ha fatto sapere che i cittadini potranno registrarsi con calma anche nei prossimi giorni, visto che l’ordine di vaccinazione non seguirà l’ordine delle prenotazioni ma l’età dei pazienti.

A ricevere per primi il siero della Pfizer saranno gli ultracentenari, circa 4mila. A seguire i cittadini lombardi con più di novant’anni e a seguire gli altri, fino ad arrivare a quelli nati nel 1941.

A segnalare difficoltà a collegarsi sono stati anche i medici di famiglia, che lamentano la mancanza di una corsia preferenziale per i camici bianchi, ed alcuni farmacisti, ai quali si sono rivolti diversi cittadini per completare la procedura.

I maggiori problemi di connessione si sono riscontrati proprio nelle ore di maggiore afflusso, attorno alle 13 e alle 14 del pomeriggio. I farmacisti di Milano raccontano a Repubblica di numerosi anziani rimasti in coda in attesa che il sistema si sbloccasse.

Ma la presidente di Federfarma Lombardia, Annarosa Racca, parla di  “incidente da primo giorno” dovuto al numero straordinario di richieste. “Ripartiremo subito", assicura allo stesso quotidiano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала