Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Governo Draghi, Salvini: "Fiero dei nostri ministri, da noi robusto contributo per cambio di rotta"

© AP Photo / Antonio CalanniMatteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 13.02.2021
Seguici su
In un'intervista al Corriere il leader del Carroccio si è detto molto contento per gli incarichi di governo assegnati alla Lega, ma ha sottolineato di non aver chiesto nessun ministero. "Tre incarichi importanti e tre persone che sapranno interpretarli al meglio", ha detto.

Nella squadra di governo designata dal premier incaricato Mario Draghi compaiono tre ministri della Lega: Giorgetti allo Sviluppo Economico, Garavaglia al Turismo e Stefani alle Disabilità. Per il leader della Lega Matteo Salvini, intervistato dal Corriere, si dice contento e promette battaglia alla sinistra.

"Ma sono molto contento davvero, non è una dichiarazione di rito. Sviluppo e turismo sono fondanti per la ripartenza, e l’attenzione per la disabilità è davvero un mio pallino da anni, lo sanno tutti", afferma.   

Salvini rivendica la scelta di aver risposto all'appello di Mattarella e sostenuto il premier da lui incoaricato, perché "se non ci fosse la Lega - osserva - saremmo a guardare da fuori un governo di sinistra". 

Precisa inoltre di non aver mai chiesto a Draghi un ministero per il suo  partito, ma solo la garanzia alle Infrastrutture sulla riapertura dei cantieri in tutta Italia. Riferisce di aver appreso la notizia degli incarichi poco prima che il premier salisse al Colle e di aver poi provveduto ad avvisare i diretti interessati. 

"Ho chiamato Garavaglia che stava preparando cena a Marcallo con Casone e Stefani che stava facendo lo stesso a Trissino e li ho avvertiti", dice. Sui ministeri assegnati alla Lega, commenta: abbiamo tre incarichi importanti e tre persone che sapranno interpretarli al meglio".

Cambiare la rotta

Il ruolo dei leghisti nel governo Draghi sarà quello di invertire il senso rispetto al precedente esecutivo e di portare più Italia in Europa. Sulla riconferma dei ministri del Conte bis a cui la Lega aveva rivolto aspre critiche, Salvini conta che Speranza e la Lamorgese vengano affiancati da "leghisti in gamba" capaci di imprimere "un robusto cambio di rotta" al ministero della Sanità e della Sicurezza.

"Ci auguriamo un cambio di passo sulla salute e la sicurezza", sottolinea.

Sulle differenze irriducibili all'interno della squadra di governo, non solo fra M5S e PD, ma anche con esponenti di Forza Italia come Renato Brunetta, il leader leghista confida nelle scelte del Presidente del Consiglio. Poi scaglia la freccia sul precedente esecutivo: "Però, che sollievo non dover più dipendere da Azzolina, Bonafede, De Micheli. E niente più Conte e Casalino…".

Mario Draghi ha comunicato nella serata di venerdì a la nuova squadra di governo, formata da tecnici e parlamentari del M5S, Italia viva, PD, LeU, Lega e Forza Italia. Il giuramento avverrà questo sabato alle 12.00.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала