Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sondaggi, Draghi batte Conte per competenza, determinazione ed onestà

© AFP 2021 / Tobias SchwarzMario Draghi
Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2021
Seguici su
Secondo il sondaggio dell'Istituto Piepoli non c'è davvero storia nel giudizio degli italiani sul confrotno tra Mario Draghi e Giuseppe Conte.

Continua l'ascesa di Mario Draghi nei sondaggi, con il premier incaricato che ha nettamente la meglio di Giuseppe Conte nel giudizio degli italiani.

Stando all'inchiesta realizzata dall'istituto Piepoli e pubblicata quest'oggi da Repubblica, l'ex governatore della BCE supera Conte nelle preferenze degli italiani per quanto riguarda qualità come competenza, determinazione, capacità comunicative, onesta, vicinanza alle persone e consenso elettorale.

Ma ecco tutte le caratteristiche che sono state oggetto del confronto tra il premier incaricato Draghi e quello dimissionario Conte:

  • Competente: Draghi 88% – Conte 62%
  • Determinato: Draghi 87% – Conte 63%
  • Buon comunicatore: Draghi 79% – Conte 68%
  • Vorrebbero stringergli la mano: Draghi 78% – Conte 63%
  • Onesto: Draghi 76% – Conte 64%
  • Genera armonia: Draghi 75% – Conte 57%
  • Lo voterebbe: Draghi 70% – Conte 48%
  • Vicino alla gente: Draghi 63% – Conte 62%

Fiducia trasversale nelle capacità di Draghi

Oltre otto italiani su 10 si sono detti generalmente soddisfatti della scelta del presidente Sergio Mattarella di affidare l'incarico a Mario Draghi, con il giudizio positivo che arriva soprattutto dagli elettori di centrosinistra (93%) ma anche di centrodestra (88%) e del Movimento 5 Stelle (82%).

Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 11.02.2021
Sondaggi, gli italiani incoronano Mario Draghi: fiducia al 61%
Complessivamente , solo il 9% afferma di non aver gradito la scelta del capo dello Stato, e appena il 4% afferma di non averla apprezzata "per nulla".

La nomina del professor Draghi è stata motivo di soddisfazione per il 52% degli italiani, il 13% si è detto indifferente mentre il 10% ha espresso preoccupazione e, addirittura, il 9% ha provato gioia.

Infine, oltre il 72% degli intervistati nutre "abbastanza" o "molta" fiducia nei confronti della figura dell'ex banchiere centrale, con gli indicatori di "poca" e "nulla" fiducia fermi rispettivamente al 14% e all'8%.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала