Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dombrovskis (Ue): “Con Mario Draghi al timone i fondi del Recovery sono al sicuro”

© AFP 2021 / THIERRY CHARLIER Il commissario europeo per il Commercio Valdis Dombrovskis
 Il commissario europeo per il Commercio Valdis Dombrovskis  - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2021
Seguici su
Il vicepresidente esecutivo della Commissione europea, sempre piuttosto misurato nelle sue dichiarazioni, elogia il premier incaricato Mario Draghi, e sottolinea come il Recovery Fund rappresenti “un’opportunità unica per l’Italia, per invertire la rotta della sua economia, rendendola più forte e adatta per il futuro”.

Per l’ex premier lettone, Draghi è "un ottimo capitano che può portare a termine questo lavoro”, perché è "capace di stare saldamente al timone anche durante la tempesta” e “non fugge di fronte alle decisioni difficili”.

In un colloquio avuto con La Stampa nel giorno in cui la Commissione europea ha pubblicato le previsioni economiche invernali, Valdis Dombrovskis, evidenzia come i dati offrano “una vera speranza in un momento di grande incertezza", dal momento che il Pil dell’area euro dovrebbe raggiungere i livelli pre-crisi entro la metà del 2022. Ma non tutti. L’Italia, infatti, non recupererà il terreno perduto prima del 2023.

La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen - Sputnik Italia, 1920, 05.02.2021
Ursula von der Leyen: Bene Draghi, ora sul Recovery Plan l’Italia lavori senza sosta
"Italia uno dei paesi più colpiti dalle ricadute economiche della pandemia"

“L’Italia è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia e dalle sue ricadute economiche e questo è in parte dovuto all’importanza del settore turistico. Le nostre previsioni invernali dicono che un ritorno dell’economia ai livelli del 2019 entro la fine del 2022 è improbabile”, ha spiegato il vicepresidente della Commissione.

Tuttavia, ha sottolineato, le previsioni non tengono conto dell’impatto sulla crescita delle misure del Next Generation Ue, per cui ci sono margini di rialzo per le prospettive di crescita. 

Eliminare le strozzature nella pubblica amministrazione e nel mondo delle imprese

Ma perché "l’Italia intraprenda un percorso di crescita più forte è importante eliminare le strozzature esistenti nella pubblica amministrazione e nel mondo delle imprese”, ha rimarcato. In primo luogo gli ostacoli legati alla burocrazia, da rimuovere al più presto, altrimenti l’Italia non centrerà l’obiettivo del Recovery Fund, ossia spendere più di 200 miliardi in meno di sei anni.

Christine Lagarde, ex direttore Fmi e nuovo presidente Bce - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2021
Christine Lagarde: Draghi l’uomo che farà ripartire l’Italia
“Questo strumento rappresenta una reale opportunità per attuare riforme e investimenti ambiziosi, per affrontare alcune sfide di lunga data, per stimolare la crescita e rafforzare la resilienza sociale ed economica”, ha ribadito.

"Piena fiducia nel nuovo governo"

Con il precedente governo guidato da Giuseppe Conte, la Commissione Ue ha "già avuto discussioni intense e costruttive sulla bozza del piano", ha ricordato Dombrovskis, ma "è necessario ulteriore lavoro per far sì che il piano rifletta tutte le riforme e gli investimenti pertinenti. E che contenga tutte le informazioni necessarie che ci servono per arrivare a una valutazione positiva del piano",

“Sono pienamente fiducioso che il nuovo governo, sotto l’abile guida di Mario Draghi, completerà con successo i passaggi che mancano in modo che i cospicui finanziamenti del Recovery possano iniziare ad arrivare il prima possibile”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала