Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Voto M5S sul governo Draghi: vince il sì con il 59,3% sulla piattaforma Rousseau

© AFP 2021 / Filippo MonteforteBeppe Grillo
Beppe Grillo - Sputnik Italia, 1920, 11.02.2021
Seguici su
Gli iscritti al Movimento hanno votato per otto ore, con 9.317 voti all'ora in media. Di Maio: "Responsabilità e coraggio". Per Crimi il voto è vincolante.

Gli iscritti al Movimento 5 Stelle hanno votato a favore del sostegno al governo di Mario Draghi da parte del M5S. Il "sì" ha ottenuto il 59,3% dei voti sulla piattaforma Rousseau, contro il 40,7% di contrari.

Secondo quanto annunciato a un'ora circa dalla chiusura del voto, durato otto ore, ogni ora sono stati in media 9.317 i voti, un dato che è stato definito storico per la piattaforma. Gli aventi diritto al voto erano 119.544 e i voti espressi sono stati 74.537: i Sì 44.177, il 59,3% e i No 30.360, il 40,7%.

Davide Casaleggio ha commentato subito dopo l'annuncio che "si tratta di qualcosa di nuovo e molto rappresentativo", come accade in altri Paesi con il voto degli iscritti via posta. Ma "al posto della lettera per posta, qua lo facciamo in modo digitale. È sicuramente un unicum mondiale e un esempio di cittadinanza digitale". 

Il voto sulla piattaforma, più volte rimandato, di fatto apre a una larga maggioranza di sostegno al governo del premier incaricato Mario Draghi che potrebbe salire al Quirinale per sciogliere la riserva già domani.

Di Maio: grande maturità

Quasi immediato il commento di Luigi Di Maio: “La responsabilità è il prezzo della grandezza. Oggi i nostri iscritti hanno dimostrato ancora una volta grande maturità, lealtà verso le istituzioni e senso di appartenenza al Paese”, ha scritto il ministro degli Esteri su Facebook.

Il capo della diplomazia italiana ha aggiunto che “in uno dei momenti più drammatici della nostra storia recente, il Movimento 5 Stelle sceglie la strada del coraggio e della partecipazione, ma soprattutto sceglie la via europea, sceglie un insieme di valori e diritti di cui tutti noi beneficiamo ogni giorno e dietro ai quali, purtroppo non di rado, si nascondono egoismi e personalismi”.

Di Maio ha poi ringraziato Beppe Grillo “per il grande contributo offerto in questa fase.

Il pensiero è libero solo quando libere sono le persone”.

Crimi: il voto è vincolante

Per il capo politico del M5S Vito Crimi "il voto degli iscritti è vincolante ed è in un patto sottoscritto da tutti quelli che si sono candidati".

Crimi ha aggiunto che “dagli iscritti abbiamo ottenuto un mandato: ora viene il lavoro difficile, bisogna rispettare il mandato, lavorare al programma, alle attività, alla composizione del governo. Siamo pronti a metterci immediatamente al lavoro, a disposizione del presidente incaricato per i prossimi passaggi".

Il quesito su Rousseau

Oggi sulla piattaforma gli iscritti hanno dovuto rispondere al seguente quesito.

"Sei d’accordo che il MoVimento sostenga un governo tecnico-politico che preveda un super-Ministero della Transizione Ecologica e che difenda i principali risultati raggiunti dal MoVimento, con le altre forze politiche indicate dal presidente incaricato Mario Draghi?".

Il testo proposto agli iscritti ha suscitato reazioni sul web, in particolare da chi ne contestava l'ambiguità. Il dissenso degli attivisti è stato espresso non soltanto attraverso post e tweet indignati, ma anche con messaggi ironici che in breve tempo hanno riempito i social network. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала