Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia: la prole delle tigri "presidenziali" ripresa in video nell’Estremo Oriente russo

© Foto : Centro “Tigre dell’Amur”Russia: la prole delle tigri "presidenziali" ripresa in video nell’Estremo Oriente russo
Russia: la prole delle tigri presidenziali ripresa in video nell’Estremo Oriente russo - Sputnik Italia, 1920, 11.02.2021
Seguici su
Lunedì il centro “Tigre dell’Amur” ha pubblicato le riprese dei cuccioli maturi delle tigri "presidenziali" Svetlaya e Boris.

Gli specialisti del gruppo di monitoraggio dell centro “Tigre dell’Amur” hanno visitato gli habitat delle tigri precedentemente rimesse in libertà nelle riserve Dichun e Zhuravliny.

Durante l'ispezione delle trappole fotografiche, gli specialisti del gruppo di monitoraggio hanno ricevuto nuove informazioni sulla vita delle tigri e la loro prole. La prima prole di Boris e Svetlaya è apparsa nel 2017 e la seconda volta i predatori sono diventati genitori nel gennaio 2020.

Nel 2013 cinque cuccioli in condizioni critiche erano stati catturati nella taiga dell'Estremo Oriente. Sono stati chiamati Ustin, Kuzya, Borya, Svetlaya e Ilona. Successivamente sono stati rimessi in libertà, con la partecipazione del presidente Vladimir Putin, che supervisiona personalmente il progetto di conservazione della tigre dell'Amur. Indossano dei collari speciali, che consentono di tracciare i loro movimenti via satellite.

In questo modo si è saputo che le tigri Kuzya e Ustin hanno lasciato la Russia per la Cina, ma poco dopo sono ritornate. Durante gli spostamenti, Ustin ha attraversato l'Amur, è stato nell'isola Bolshoi Ussuriysky, a Khabarovsk e in Cina, dove ha fatto danni agli allevatori e contadini locali attaccando capre e cani. In seguito Ustin è stato catturato vicino a Khabarovsk. Ora vive in uno zoo di Rostov sul Don.

La tigre dell'Amur è uno dei predatori più rari del pianeta e fa parte del Libro rosso internazionale, come specie ad alto rischio di estinzione. Secondo gli esperti, nell'autunno del 2019, la popolazione totale di tigri in Russia è stimata in 580-600 esemplari. Il prossimo conteggio dei predatori felini è previsto per l'inverno del 2021/2022.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала