Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Turchia uomo ha cercato di uccidere il suo capo con la saliva di un malato di Covid

CC BY 2.0 / NIAID-RML / Novel Coronavirus SARS-CoV-2Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 al microscopio
Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 al microscopio - Sputnik Italia, 1920, 10.02.2021
Seguici su
Il proprietario di un concessionario di automobili e sua moglie hanno ricevuto la protezione della polizia dopo che hanno sporto denuncia per tentato omicidio contro un dipendente che aveva cercato di ucciderli acquistando la saliva da un malato di Covid-19.

Ibrahim Unverdi ha sporto denuncia alla polizia di Adana, centro in Turchia sud-orientale, sostenendo che un suo dipendente che ha lavorato per lui per tre anni aveva tentato di infettarlo con il coronavirus, dopo che era stato sorpreso a rubare denaro dalle casse della concessionaria d'auto.

Così ha raccontato la vicenda il proprietario della concessionaria, citato dal giornale turco Hurriyet:

"Una mattina l'avevo chiamato per la vendita di un'auto. Dopo averla venduta, gli ho dato 215.000 lire (circa 25mila euro) e gli ho detto di portare i soldi in ufficio, aveva anche la chiave della mia cassaforte, mi fidavo completamente di lui. In seguito l'ho chiamato più volte senza ricevere risposta. Mi ha contattato il giorno dopo. Ha detto che aveva bisogno dei soldi e li ha rubati perché li doveva ad uno strozzino".

Pechino, Cina - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2021
Covid e costo del lavoro, ecco le nuove sfide per le aziende italiane in Cina
Ibrahim ha aggiunto che un altro dipendente gli ha detto che il collega aveva comprato la saliva da un malato di Covid per 50 lire turche (6 euro circa).

Il padrone della concessionaria afferma che il suo dipendente aveva aggiunto la saliva al suo bicchiere prima di rubare i soldi, ma fortunatamente non ha bevuto nulla.

"Questa è la prima volta che sento parlare di una tecnica di uccisione così bizzarra. Grazie a Dio non mi sono ammalato. Dio è sempre con il bene" ha commentato Unverdi.

L'imprenditore ha rivelato che il suo dipendente si è adirato dopo che la vicenda è finita sulla stampa ed ha iniziato a ricevere messaggi minacciosi.

Unverdi ha ora sporto querela e il suo ormai ex dipendente, al momento ricercato, è ora formalmente accusato di tentato omicidio e minacce ed è braccato dalla polizia.

La moglie del concessionario Dilek ha raccontato che anche lei è stata minacciata ed ora ha paura di uscire di casa finchè l'uomo è libero di circolare.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала