Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Frontex ora è nel mirino: spese pazze per le feste e violazioni sui migranti

© REUTERS / Alkis KonstantinidisGuardia di frontiera Frontex
Guardia di frontiera Frontex - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2021
Seguici su
L'agenzia europea per la protezione delle frontiere finisce al centro di uno scandalo sulle spese pazze per cene e feste con cinque eventi costati oltre 2,1 milioni di euro. E l’Ufficio europeo anti-frode apre un'inchiesta per un contratto sospetto e la sottovalutazione di alcune violazioni.

In Italia non si fermano gli sbarchi dei migranti. Ieri la nave Ocean Viking della Ong Sos Mediterranée ha buttato l’ancora nel porto di Augusta, nel Siracusano, con a bordo 422 persone, di cui almeno 49 con il Covid.

Nel frattempo, complice il bel tempo degli ultimi giorni, c’è stato un vero e proprio esodo verso Lampedusa, con l’arrivo di almeno 300 persone, mentre una trentina di profughi è sbarcata a Reggio Calabria nelle scorse ore.

I flussi migratori verso l’Europa, insomma, almeno sul fronte del Mediterraneo Centrale, non accennano a diminuire. Ma l’agenzia che dovrebbe occuparsi di controllare le frontiere esterne dell’Ue, Frontex, in queste settimane è impegnata a gestire uno scandalo che l’ha letteralmente travolta assieme al suo direttore Fabrice Leggeri, funzionario francese inviso alle Ong - che in passato ha accusato di “fare il gioco dei trafficanti” - e di cui la sinistra europea da mesi invoca le dimissioni per i “respingimenti” dei migranti nel Mare Nostrum e sulla rotta balcanica.

© Sputnik . Clara StatelloLo sbarco della Ocean Viking a Messina
Frontex ora è nel mirino: spese pazze per le feste e violazioni sui migranti - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2021
Lo sbarco della Ocean Viking a Messina

Quei party costati oltre 2 milioni di euro

Il nodo che si trova a dover districare oggi, però, ha poco a che vedere con l’immigrazione illegale. Ma andiamo con ordine. Nelle scorse settimane l’EUobserver, citando documenti ufficiali di Frontex, ha acceso un faro sulle spese pazze dell’agenzia. Oltre 2,1 milioni di euro investiti, negli ultimi quattro anni, nell'organizzazione di cinque feste per dipendenti ed invitati esterni.

Ora, è vero che a Frontex i soldi non mancano: dai 6,3 milioni di euro di budget del 2005, come si legge sul Sole24Ore, nell’ultimo anno è stata finanziata con 1,1 miliardi di euro. Una cifra che salirà ancora, fino ad 1,9 miliardi, nel 2025. Una spesa giustificata senza dubbio dalla crisi migratoria che dal 2015 il Vecchio Continente si trova a fronteggiare ai suoi confini. 

Ma a quanto pare i soldi pubblici non verrebbero impiegati soltanto per l’assunzione di personale e l’acquisto di strumenti per pattugliare il Mediterraneo, ma anche per eventi faraonici per i quali, appunto, non si bada a spese.

Nel 2015, ad esempio, come riferisce lo stesso quotidiano, Frontex offrì la cena ad 800 persone nel ristorante più chic e costoso di Varsavia, spendendo quasi 100mila euro. Più di cinque volte di più è costata, invece, la trasferta a Sopot, sul Baltico, dove l’agenzia ha organizzato una festa dal conto salato: 580mila euro. Un vero e proprio record.

© Foto : Rex FeaturesI profughi arrivati a Lampedusa
Frontex ora è nel mirino: spese pazze per le feste e violazioni sui migranti - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2021
I profughi arrivati a Lampedusa
Gli anni dei party all'insegna dello sfarzo sono gli stessi in cui l’immigrazione verso l’Europa assume proporzioni epocali, con un milione di migranti arrivati nell’area Schengen soltanto nel 2015.

L'agenzia nel mirino dell'Ufficio antifrode dell'Ue

Ma non è finita. Nei giorni scorsi, come riferisce l’Ansa, due quotidiani, il tedesco Der Spiegel e il francese Liberation, assieme ad una testata no-profit, Lighthouse Reports, hanno annunciato che l’agenzia è finita nel mirino dell’Ufficio europeo anti-frode (Olaf) per un contratto sospetto con un’azienda polacca per la fornitura di servizi informatici e per aver “ignorato i rapporti del funzionario per i diritti fondamentali dell'agenzia su alcune violazioni”.

Guardia di frontiera Frontex - Sputnik Italia, 1920, 16.10.2019
Frontex. Sbarchi di migranti in Italia aumentati 16% a settembre

L’Olaf si è rifiutata di fornire ulteriori dettagli, visto che le indagini sono ancora in corso. Ma i “frontex files” citati dalla stampa tedesca e francese, come riferisce anche il Giornale, parlerebbero anche di alcuni incontri, che si sarebbero tenuti dal 2017 al 2019, senza rispettare le regole europee sulla trasparenza.

Intanto, la sinistra europea continua chiede a gran voce un passo indietro di Leggeri per le presunte violazioni dei diritti dei migranti. E sul caso si è espressa nelle scorse settimane anche la Commissione Ue, chiarendo che le agenzie europee devono “rispettare al 100 per cento i valori fondamentali dell’Ue”.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала