Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Algeria intenzionata a produrre il vaccino russo anti-Covid "Sputnik V"

© Sputnik . Pavel Bednyakov / Vai alla galleria fotograficaVaccino russo Sputnik V
Vaccino russo Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 08.02.2021
Seguici su
L'Algeria mostra un grande interesse per ospitare la produzione del vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus e sta attualmente risolvendo problemi tecnici, inclusa la selezione delle attrezzature dopo aver ricevuto le informazioni dalla parte russa, ha dichiarato a Sputnik il ​​rappresentante commerciale della Russia in Algeria Ivan Nalich.

Il 2 febbraio il ministro algerino dell'Industria Farmaceutica Lotfi Benbahmed ha dichiarato che il Paese è pronto ad iniziare la produzione del vaccino russo anti-Covid Sputnik V tra due mesi, a seconda della disponibilità dei materiali. Il ministro ha anche sostenuto che specialisti russi sono giunti in Algeria per valutare le capacità tecniche degli impianti locali, inoltre specialisti algerini si sarebbero recati in visita nella Federazione Russa. Il ministro ha detto che l'analisi di fattibilità della produzione del vaccino in patria va avanti da un mese e mezzo tramite videoconferenze, inoltre è avvenuto uno scambio di idee tra specialisti per il trasferimento tecnologico. 

Commentando queste informazioni, il rappresentante commerciale russo nel Paese nordafricano ha osservato che "l'Algeria mostra un grande interesse nell'organizzazione della produzione del vaccino Sputnik V sul suo territorio". I rappresentanti del ministero algerino dell'Industria Farmaceutica e di Frater-Razes, una delle più grandi aziende farmaceutiche algerine, hanno avuto diversi colloqui con gli emissari del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF) per discutere i dettagli del progetto, ha affermato Nalich. 

Vaccino russo Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2021
Direttore Fondo sovrano russo rivela piani per registrazione vaccino "Sputnik V" nel mondo

"Al momento la questione è in discussione. Dopo aver ricevuto i dati iniziali dalla parte russa, l'azienda algerina è attualmente impegnata nella selezione delle attrezzature necessarie. I tempi di inizio della produzione dipenderanno dalla rapidità con cui riuscirà ad ottenere e dislocare le attrezzature e condurre la formazione dei tecnici. La rappresentanza commerciale russa e l'RDIF forniranno l'assistenza necessaria alla parte algerina", ha detto Nalich.

Il rappresentante commerciale russo ha riferito che la parte algerina sta ora affrontando la questione della fattibilità tecnica per poter avviare la produzione.

"Ora la parte algerina sta risolvendo problemi tecnici. L'intero processo associato al lancio della produzione di vaccini in Algeria può richiedere dai 6 ai 9 mesi. D'altra parte, vista la rapidità con cui il regolatore algerino ha registrato il vaccino, il sostegno a livello statale può dare ulteriore impulso a questo processo", - ha osservato Nalich.

L'Algeria è stata il primo Paese africano a registrare il vaccino russo contro il coronavirus.

Nalich ha sottolineato che in termini di produzione del vaccino Sputnik V, la parte russa sta attivamente instaurando rapporti con partner stranieri che hanno già le basi tecnologiche per la produzione, le competenze, il personale addestrato e l'esperienza necessaria.

"In Algeria, la produzione di vaccini non viene implementata al momento. Allo stesso tempo, speriamo che l'industria farmaceutica algerina sarà in grado di stabilire tale produzione il prima possibile, dopo aver ricevuto le informazioni necessarie dalla parte russa", ha osservato Nalich.

La campagna di vaccinazione in Algeria è iniziata il 30 gennaio, utilizzando proprio il vaccino Sputnik V. La vaccinazione è gratuita per tutte le categorie della popolazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала