Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Myanmar, presentati i capi d'accusa contro il presidente Win Myint e Aung San Suu Kyi

© REUTERS / StringerLa Shwedagon Pagoda di Yangon è il sito buddhista più sacro del Myanmar
La Shwedagon Pagoda di Yangon è il sito buddhista più sacro del Myanmar - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2021
Seguici su
I due politici birmani sono stati sottoposti alla custodia cautelare agli arresti domiciliari per un periodo di 14 giorni.

Contro il presidente del Myanmar U Win Myint e la leader del partito Lega Nazionale per la Democrazia (NLD) Aung San Suu Kyi, arrestati due giorni fa nel giorno del golpe militare, sono stati presentati dei capi di accusa per la violazione di due articoli del codice birmano.

A riferirlo, con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, è l'addetto stampa della NLD U Kyi To:

"Aung San Suu Kyi è stata accusata di aver infranto la legislazione sull'import-export, il presidente U Win Myint di aver violato la legge sulla prevenzione e la gestione delle catastrofi naturali e delle emergenze", si legge nella nota, nella quale viene precisato che per i due leader è scattata la custodia cautelare agli arresti domiciliari per un periodo di 14 giorni, dal 1 al 15 febbraio.
© REUTERS / Athit PerawongmethaAung San Suu Kyi, consigliere di stato di Myanmar
Myanmar, presentati i capi d'accusa contro il presidente Win Myint e Aung San Suu Kyi - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2021
Aung San Suu Kyi, consigliere di stato di Myanmar

Parallelamente sui social network hanno iniziato a fare la propria comparsa delle immagini poco nitide, che mostrerebbero i due protocolli di polizia contenenti le accuse rivolte all'indirizzo di Aung San Suu Kyi e U Win Myint.

Il golpe militare in Myanmar

In precedenza le autorità militari birmane avevano accusato la Commissione elettorale e il partito Lega Nazionale per la Democrazia (LND) di aver falsificato le elezioni dello scorso 8 novembre, alle quali la NLD di Aung San Suu Kyi aveva ottenuto l’83 per cento dei seggi disponibili, e si erano rivolti alla Corte Suprema per contestare l'esito del voto.

Il 1 febbraio, a poche ore dall'apertura della prima sessione del nuovo Parlamento, hanno quindi proceduto all'arresto dei principali esponenti del governo, tra cui il presidente Win Myint e la premier Aun San Su Kyi.

Contestualmente sono stati arrestati diversi funzionari di partito, oltre a diverse personalità, tra cui attivisti e scrittori, legate in maniera diretta o indiretta al partito di governo, per un totale di 45 persone.

Con la presa di potere, i militari hanno dichiarato un anno di stato di emergenza e hanno sospeso tutti i voli domestici e internazionali fino al prossimo mese di giugno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала