Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Svizzera non autorizza vaccino AstraZeneca per mancanza di dati

© Foto : Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo//Federica BelliIniezione del vaccino anti-COVID ad un uomo
Iniezione del vaccino anti-COVID ad un uomo - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2021
Seguici su
L'autorità svizzera che regolamenta l'uso dei farmaci ha comunicato che al momento i dati raccolti sul vaccino AstraZeneca non sono sufficienti per autorizzarne l'uso e ha richiesto ulteriori studi.

La Swissmedic, che sta al momento esaminando due domande di omologazione per i vaccini contro il Covid 19, ha fatto sapere tramite un comunicato che al momento i dati relativi al vaccino AstraZeneca non sono sufficienti per l'autorizzazione di quest'ultimo in Svizzera, e ha richiesto ulteriori studi per garantire risultati esatti sulla sua efficacia e qualità.

"Swissmedic sta attualmente esaminando due domande di omologazione per i vaccini anti-COVID-19 nella procedura di rolling review, tra cui la domanda di omologazione per il vaccino contro il coronavirus «COVID-19 Vaccine AstraZeneca» (AZD1222). Sulla base dei dati finora analizzati, il comitato di esperti esterni HMEC (Human Medicines Expert Committee) che collabora con Swissmedic ha appoggiato la valutazione intermedia di Swissmedic sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca nella riunione straordinaria del 2 febbraio 2021. I dati attualmente disponibili non consentono ancora di prendere una decisione positiva sul rapporto rischi/benefici" si legge nel comunicato di Swissmedic.

© REUTERS / Joe Giddens/Pool Vaccino AstraZeneca
Covid, Svizzera non autorizza vaccino AstraZeneca per mancanza di dati - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2021
Vaccino AstraZeneca

L'autorità ha aggiunto che per raggiungere una valutazione finale sono necessari ulteriori studi.

"Per giungere a una valutazione finale, è necessario che il richiedente presenti ulteriori dati sull’efficacia provenienti da uno studio di fase III in corso in America del Nord e del Sud e che questi vengano quindi analizzati. Non appena i risultati saranno disponibili, si potrebbe procedere molto rapidamente con un’omologazione temporanea nella procedura di rolling review" conclude il comunicato.

La Svizzera in precedenza ha annunciato che a partire dal 1° febbraio le violazioni dei provvedimenti per combattere l’epidemia saranno esplicitamente considerate come infrazioni e in alcuni casi potranno essere sanzionate con multe disciplinari.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала