Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

UE, erogata nuova tranche dei fondi SURE: l'Italia è il primo beneficiario

© REUTERS / POOLLa presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen
La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen - Sputnik Italia, 1920, 02.02.2021
Seguici su
L'Italia ha ricevuto altri 4,45 miliardi di euro per il sostegno della cassa integrazione nell'ambito del programma SURE, ha annunciato oggi la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

"Lieta di annunciare che oggi l'Italia ha ricevuto altri € 4,45 miliardi in prestiti nell'ambito di SURE, lo strumento UE che protegge i lavoratori in cassa integrazione e le imprese durante la pandemia. L'Italia riceverà un totale di € 27,4 mld da SURE. L'Europa è con voi", afferma un post su Twitter di Ursula von der Leyen, scritto in italiano.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha definito la notizia "ottima per l'Italia e la ripresa". Il capo della diplomazia italiana ha ricordato che il Paese riceverà un totale di 27,4 miliardi di euro.

"Questa è l’Europa dei fatti", ha aggiunto Di Maio.

Italia il maggior beneficiario

La Commissione Europea ha fatto sapere che nella quarta rata in totale sono stati erogati 14 miliardi di euro a nove paesi europei. E' stato pubblicato un resoconto che specifica gli importi ricevuti dagli stati. L'Italia, con 4,45 miliardi di euro, risulta essere il primo beneficiario sul versamento della prima tranche di SURE nel 2021:

  • Italia — € 4.45 miliardi
  • Polonia — € 4.28 miliardi
  • Belgio — € 2 miliardi
  • Spagna — € 1.03 miliardi
  • Slovenia — € 913 milioni
  • Grecia — € 728 milioni
  • Ungheria — € 304 milioni
  • Cipro — € 229 milioni
  • Lettonia — €72 milioni.
SURE

Il fondo SURE fa parte del piano Next Generation EU sviluppato dalla Commissione Europea e approvato dagli Stati UE e dal Parlamento Europeo. In totale sono 100 i miliardi di euro messi a disposizione di tutta l’Unione Europea. I fondi sono stati raccolti attraverso la prima emissione di debito comune europeo, ovvero il social bond europeo che alcuni giorni fa ha raccolto 17 miliardi di euro dai mercati finanziari a fronte di una domanda che ha superato i 200 miliardi di euro.

L’obiettivo del programma è scongiurare licenziamenti di massa in Europa, che comporterebbero una profonda recessione economica e ulteriori disagi sociali a macchia di leopardo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала