Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia, ambasciatore Pasquale Terracciano ospite al "Vecherny Urgant" dopo successo di "Ciao, 2020!"

© Foto : Urgant Show / Youtube L'ambasciatore italiano in Russia Pasquale Terracciano visita l'Urgant Show dopo il successo di Ciao 2020
L'ambasciatore italiano in Russia Pasquale Terracciano visita l'Urgant Show dopo il successo di Ciao 2020 - Sputnik Italia
Seguici su
Dopo il clamoroso successo di "Ciao, 2020!", puntata della trasmissione russa "Vecherny Urgant" andata in onda il 30 dicembre scorso con i protagonisti che parlavano in italiano sottotitolati in russo, ieri sera è stato ospite del programma l'ambasciatore italiano a Mosca Pasquale Terracciano.

Il capo della missione diplomatica italiana in Russia, l'ambasciatore Pasquale Terracciano, è stato l'ospite d'onore della nota trasmissione serale su Pervy Kanal "Vecherny Urgant" (letteralmente "L'Urgant della sera") andata in onda ieri sera. Motivo della visita era la discussione di "Ciao, 2020!", la puntata a tema italiana andata in onda all'Urgant Show il 30 dicembre scorso: per un’ora i protagonisti della puntata hanno parlato in italiano, offrendo al pubblico una rappresentazione stereotipata degli anni '80 nel Belpaese.

​Inizialmente il conduttore Ivan Urgant, prima di presentare l'ambasciatore Terracciano, ha spiegato la scelta del formato italiano della trasmissione prima di Capodanno.

"Principalmente perché amiamo la lingua italiana e amiamo l'Italia, questo non lo abbiamo mai nascosto". 

Urgant ha chiesto subito al suo ospite se ha avuto modo di guardare la trasmissione "Ciao, 2020!", il suo parere e in particolare la reazione ufficiale dei funzionari italiani nel vedere sul canale della tv russa una trasmissione in occasione di Capodanno, festa molto sentita dai russi, dal primo all'ultimo minuto parlata in lingua italiana.

"L'ho vista, come l'hanno vista forse 5 milioni di italiani, è diventata virale subito, tutti erano molto lusingati e contenti che in una serata così importante vi fosse uno spettacolo tutto in italiano. Molto simpatico, una rivisitazione della televisione italiana degli anni Ottanta, con un bel pizzico di ironia".

Il conduttore ha poi rilevato come i russi, amanti dell'Italia, sentano la mancanza del Belpaese, diventato irraggiungibile per la pandemia di coronavirus.

Con questa premessa Urgant ha chiesto all'ambasciatore un consiglio che si sentirebbe di dare ai russi su una località bella e poco conosciuta da visitare in Italia una volta che la situazione tornerà alla normalità.

"Io consiglierei quella che ora è stata dichiarata la capitale della cultura italiana per il prossimo anno, l'isola di Procida, nel Golfo di Napoli. L'isola di Procida non è conosciuta, tutti conoscono Capri e Ischia. A Capri ed Ischia ci sono tanti russi. Ma nessun russo ha mai messo piede a Procida. Procida è molto piccola, ma molto carina. Non è un posto turistico tradizionale, per un motivo interessante: tutti gli uomini di Procida sono marinai, girano per il mondo in nave, non avevano piacere che venissero i turisti perché erano gelosi, pensavano potesse essere un pericolo per le moglie e le donne sole."

La puntata "Ciao, 2020!" è stata molto apprezzata in rete dagli utenti italiani. Qualcuno ha persino chiesto di invitare Urgant al prossimo Festival di San Remo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала