Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’avvertimento del commissario Ue Hahn: “L’Italia risolva la crisi o a rischio il Recovery”

© DARIO PIGNATELLIConsiglio Europeo 10-11 dicembre
Consiglio Europeo 10-11 dicembre - Sputnik Italia
Seguici su
Il titolare del Bilancio europeo invita Roma a trovare una soluzione e ad evitare le elezioni anticipate che potrebbero far perdere il treno dei fondi europei.

Sviluppi preoccupanti, timori per la tenuta del Paese, rischi per la ripresa e soprattutto la possibilità di perdere i 209 miliardi di euro del Recovery Fund. Il commissario europeo al Bilancio Johannes Hahn avverte l’Italia sulla crisi politica che deve essere risolta al più presto, “nel giro di qualche giorno”, evitando di andare alle urne.

La situazione di incertezza causata dalle dimissioni del premier Giuseppe Conte “sarebbe un disastro” e la campagna elettorale in caso di mancato accordo su un nuovo esecutivo potrebbe “distrarre” i politici e portare a “conseguenze molto gravi” per il Recovery Fund, ha detto Hahn alla Stampa nell’ambito di un’intervista rilasciata a diversi media europei.

“Ciò che sta succedendo in Italia è decisamente spiacevole, oltre che irresponsabile. In una situazione come quella che stiamo vivendo, tutte le forze politiche ragionevoli, di governo e di opposizione, dovrebbero lavorare per superare le difficoltà”, ha detto il commissario.

Secondo Hahn “è un discorso che vale per tutti gli Stati” ma “gli sviluppi nel vostro Paese sono preoccupanti”.

Il commissario che gestisce i fondi del Next Generation Eu, però, si dice “fiducioso: l’Italia – a differenza di altri Paesi – ha molta esperienza nel gestire le crisi di governo e a risolverle nel giro di qualche giorno”.

Il Recovery plan

Secondo Hahn il lavoro fatto dal governo italiano fino ad oggi sui fondi europei “è piuttosto promettente, tenuto conto delle precedenti esperienze”.

E il commissario ammette che “il governo Conte, così come lo stesso premier, si è molto impegnato per riformare il Paese, per investire nei progetti digitali ed ecosostenibili, per rendere l’Italia più resiliente e più competitiva”.

La speranza di Bruxelles, quindi, è che “la crisi venga superata rapidamente, in modo che governo e parlamento e possano concentrarsi su ciò che serve all’Italia”.

Il messaggio è chiaro: serve stabilità

Il commissario Ue, poi, è ancora più diretto parlando rivolto a Roma: “C’è una consapevolezza diffusa di cosa serve perché una situazione di incertezza politica sarebbe un disastro. Bisogna pensare al bene dei cittadini italiani, non a giochetti politici da due soldi”.

E arriva la stoccata alle forze in dubbio sul Conte Ter: “Voglio anche essere fiducioso perché chi dice di volere le elezioni anticipate sa che magari andrebbero contro i suoi stessi interessi…”

Aprire una crisi e tenerla aperta per mesi, a differenza di altre situazioni analoghe in passato, oggi avrebbe “conseguenze molto gravi” distogliendo i politici da ciò che è cruciale per l’Italia.

“L’Italia era sulla giusta strada e questo cammino non dovrebbe essere messo a repentaglio da giochetti politici”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала