Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino Covid, Kazakistan avvia la produzione del primo lotto dello Sputnik V

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaVaccino russo Sputnik V
Vaccino russo Sputnik V - Sputnik Italia
Seguici su
Il Kazakistan ha iniziato la produzione del primo lotto del vaccino russo Sputnik V consistente in 90.000 dosi, ha comunicato oggi, mercoledì 27 gennaio, il primo viceministro della salute della Repubblica, Marat Shoranov.

Dal 1° febbraio il Kazakistan inizierà la vaccinazione contro il coronavirus utilizzando il vaccino Sputnik V, prodotto in Russia. Si prevede che dal 15 febbraio lo stesso vaccino venga prodotto sulla base del complesso farmaceutico di Karaganda e venga aggiunto al processo di vaccinazione. A partire dal secondo trimestre di quest'anno, si prevede inoltre di collegare un farmaco di produzione nazionale ora nella terza fase degli studi clinici, il QazCovid-in, al processo di vaccinazione.

"La consegna e l'uso dei seguenti vaccini è prevista in Kazakistan:

  • All'inizio di febbraio, il primo lotto di Sputnik V di fabbricazione russa nella quantità fino a 20mila dosi - c'è un accordo con la parte russa per fornire questo lotto attraverso una sola importazione in Kazakistan
  • Dal 15 febbraio verrà registrato lo ‘Sputnik V’ prodotto dal complesso farmaceutico Karaganda - è già iniziata la produzione del primo lotto nella quantità di 90mila dosi, che sarà disponibile per la spedizione al magazzini di un unico distributore dal 26 febbraio e successivamente nelle regioni",

ha detto Shoranov in una conferenza stampa.

Secondo il viceministro, "il volume di produzione in questo sito dovrebbe essere aumentato a 2 milioni di dosi entro luglio. Secondo i dati preliminari, l'efficacia di questo vaccino è di circa il 92%", ha aggiunto Shoranov.

Lo Sputnik V

L'11 agosto scorso la Russia ha registrato il suo primo vaccino contro il Covid-19, chiamato Sputnik V e sviluppato dagli scienziati del Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya". Il farmaco è commercializzato dal Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, responsabile della conduzione delle trattative sull'esportazione e produzione all'estero di questo farmaco.

Il vaccino è costituito da due componenti e il vettore utilizzato per indurre la risposta immunitaria dell'organismo si basa su un adenovirus umano. Il vaccino viene somministrato due volte, in un intervallo di 21 giorni. Negli studi clinici ha mostrato un'efficacia del 100% contro i casi gravi di Covid-19, ovvero nessuno dei soggetti vaccinati nei test ha contratto sintomi gravi della malattia se infettato dal coronavirus.

L'Ungheria è stata il primo Paese dell'Unione Europea ad aver già registrato Sputnik V. In precedenza l'uso di questo preparato era stato autorizzato dalle autorità competenti di Emirati Arabi, Argentina, Bolivia, Serbia, Algeria, Palestina, Venezuela, Paraguay, Turkmenistan e Bielorussia.

In precedenza il vaccino Sputnik V è stato registrato anche in Iran, dove si prospetta la possibilità di una produzione congiunta delle dosi di vaccino.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала