Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sanofi aiuterà Pfizer a produrre 100 milioni di dosi di vaccino da luglio

© REUTERS / Kostas Tsironis/Pool Un'operatrice sanitaria tiene il vaccino Pfizer
Un'operatrice sanitaria tiene il vaccino Pfizer  - Sputnik Italia
Seguici su
La società farmaceutica francese Sanofi assisterà Pfizer e BioNTech nel confezionamento e nella consegna di dosi di vaccino contro il COVID-19. L'accordo è stato siglato martedì, ha dichiarato il CEO di Sanofi Paul Hudson.

Hudson ha osservato che la società partecipa nella lotta contro il COVID-19 dall'inizio dell'epidemia, lavorando su trattamenti e due vaccini.

"Siccome eravamo indietro di diversi mesi nello sviluppo del nostro vaccino di base, ci siamo chiesti come potevamo essere d'aiuto adesso, in quale altro modo essere coinvolti in uno sforzo collettivo per uscire da questa crisi il più rapidamente possibile. Abbiamo considerato varie opzioni prima di contattare Pfizer/BioNTech, con cui abbiamo firmato un accordo martedì", ha affermato Hudson in un'intervista al giornale Figaro.

"Useremo il nostro stabilimento a Francoforte, in Germania, per imballare il prodotto che ci verrà fornito da Pfizer e BioNTech a partire da luglio", ha spiegato.

Hudson ha aggiunto che lo stabilimento di Sanofi si trova vicino al quartier generale di BionTech, il che faciliterà l'esecuzione del compito.

"I nostri team stanno lavorando insieme per avviare le operazioni nelle condizioni adeguate, poiché è un processo molto più complesso di quanto sembri. Il riempimento delle fiale deve essere effettuato in un ambiente sterile a una temperatura molto bassa. Lo faremo su larga scala per accelerare le consegne. Entro la fine dell'anno, dovremmo essere in grado di consegnare più di 100 milioni di dosi, che arriveranno in Unione Europea e, di conseguenza, in parte alla Francia", ha sottolineato l'amministratore delegato della società francese.

A dicembre Sanofi e la britannica GlaxoSmithKline (GSK) hanno dichiarato che lo sviluppo del loro vaccino contro il coronavirus è stato rallentato dalle scarse risposte immunitarie tra i volontari anziani. Il farmaco dovrebbe essere pronto alla fine del 2021.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала