Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino russo Sputnik-V potrebbe essere diffuso anche sul mercato italiano

© Foto : servizio stampa Fondo russo di investimenti diretti (Rfpi)Il primo vaccino russo contro il Covid-19
Il primo vaccino russo contro il Covid-19 - Sputnik Italia
Seguici su
L'Associazione Conoscere Eurasia, partner italiano della Fondazione Roscongress insieme all'Ambasciata della Repubblica italiana in Russia intende supervisionare il processo di assegnazione della certificazione al vaccino anti-Covid russo Sputnik V in Italia.

Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e presidente del Consiglio direttivo di Banca Intesa, ha riferito che nel mese di novembre, insieme ad alcuni membri della sua famiglia, è stato vaccinato con lo Sputnik V senza peraltro rilevare effetti collaterali particolarmente rilevanti.

Lo stesso Fallico ha sottolineato come sia nell'nteresse dell'Europa di ottenere la certificazione per la distribuzione massiccia dello Sputnik V in Europa:

"Lo Sputnik V è stato registrato in Russia nell'agosto 2020. Prima della registrazione, è stato testato su circa 700.000 persone; i test sono andati bene, il vaccino si è dimostrato altamente efficace e privo di gravi effetti collaterali. La campagna di vaccinazione di massa ha avuto inizio in Russia il 5 dicembre. Gli scienziati italiani hanno a loro volta confermato l'affidabilità dello Sputnik V", ha dichiarato Fallico.

Attualmente, riferisce Roscongress in una nota stampa, la quantità di dosi necessarie all'Italia è allo studio del Ministero della Salute italiano, ed Associazione Conoscere Eurasia ha interesse a promuovere Sputnik V anche in altri paesi europei.

Lo Sputnik V

L'11 agosto scorso la Russia ha registrato il suo primo vaccino contro il Covid-19, chiamato Sputnik V e sviluppato dagli scienziati del Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya". Il farmaco è commercializzato dal Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, responsabile della conduzione delle trattative sull'esportazione e produzione all'estero di questo farmaco.

Il vaccino è costituito da due componenti e il vettore utilizzato per indurre la risposta immunitaria dell'organismo si basa su un adenovirus umano. Il vaccino viene somministrato due volte, in un intervallo di 21 giorni. Negli studi clinici ha mostrato un'efficacia del 100% contro i casi gravi di Covid-19, ovvero nessuno dei soggetti vaccinati nei test ha contratto sintomi gravi della malattia se infettato dal coronavirus.

L'Ungheria è stata il primo Paese dell'Unione Europea ad aver già registrato Sputnik V. In precedenza l'uso di questo preparato era stato autorizzato dalle autorità competenti di Emirati Arabi, Argentina, Bolivia, Serbia, Algeria, Palestina, Venezuela, Paraguay, Turkmenistan e Bielorussia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала