Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Manifestazioni non autorizzate, da Cremlino dure critiche contro Ambasciata americana

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaIl Cremlino di Mosca
Il Cremlino di Mosca - Sputnik Italia
Seguici su
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha descritto le affermazioni dell'Ambasciata statunitense relative alle manifestazioni non autorizzate di sabato in Russia come interferenze negli affari interni del Paese.

L'Ambasciata degli Stati Uniti ha affermato di seguire da vicino le manifestazioni non autorizzate in tutta la Russia ed ha accusato le autorità di repressione della libertà di parola e libertà di manifestare.

"Naturalmente si tratta di dichiarazioni inadeguate. Essenzialmente sono una vera e propria interferenza nei nostri affari interni", ha detto Peskov durante una breve comparsa sul canale Rossiya 1.

"Se la nostra Ambasciata avesse reagito in questo modo quando negli Stati Uniti imperversavano i disordini... allora, immagino, avrebbe causato un certo disagio a Washington. Mi sento sempre di raccomandare alle nostre controparti di immaginarsi in una situazione del genere", ha continuato il portavoce del Cremlino.

Violazione della legge

Peskov ha aggiunto che rispetta tutti i punti di vista, ma è categoricamente contrario alla partecipazione dei cittadini a manifestazioni non autorizzate, sostenendo che "non può esserci altra valutazione, perché è una violazione della legge".

Il portavoce ha proseguito dicendo che nonostante molti evidenziano come le proteste abbiano raccolto molte persone, gli stessi impallidiscono rispetto al numero di russi che votano per il presidente Vladimir Putin.

Un fake la notizia su "villa di Putin"

Peskov ha negato la notizia diffusa dal blogger ed oppositore Alexey Navalny, secondo cui una lussuosa villa nel sud della Russia apparterrebbe al presidente Putin.

"Putin non ha una villa a Gelendzhik. Sappiamo da tempo che si stavano preparando cosiddette rivelazioni, pseudo-rivelazioni e attacchi mediatici contro il presidente. Tutti mirano a destabilizzare la situazione. Non corrispondono alla realtà, sono menzogne​", ha detto Peskov.

Ha continuato esortando chi ha visto il video, che ha guadagnato decine di milioni di visualizzazioni giorni dopo la sua uscita, a "voltarsi" e chiedersi: "cosa c'entra Putin con tutto questo?"

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала