Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tesla fa causa a un ex membro del personale per furto di migliaia di file aziendali

© AFP 2021 / FABRICE COFFRINI Tesla
Tesla - Sputnik Italia
Seguici su
Tesla descrive l'ingegnere del software come un ladro "intenzionale e malizioso" che aveva "intenzioni intenzionali di danneggiare gli affari di Tesla". Lui però sostiene che si tratti di un malinteso.

La principale azienda produttrice di auto elettriche Tesla ha citato in giudizio un ex dipendente, ingegnere del software, accusato di aver rubato file aziendali e violato il suo contratto.

“Entro tre giorni dall'assunzione da parte di Tesla, l'imputato ha rubato sfacciatamente migliaia di computer script contenenti segreti commerciali che hanno richiesto anni a Tesla per essere sviluppati. Poi ha mentito al riguardo e ha cercato di cancellare le prove del suo furto di fronte al team di sicurezza di Tesla", ha detto la società nella sua denuncia.

Tesla afferma di aver assunto Alex Khatilov come ingegnere senior per la garanzia della qualità del software il 28 dicembre 2020: in pochi giorni l'uomo ha trasferito 26 mila file aziendali altamente sensibili al suo personale account Dropbox.

L'azienda afferma che i file contengono codice software proprietario che ha "ha necessitato di anni per essere sviluppato". Il software automatizza un'ampia gamma di funzioni in tutta la filiera di Tesla.

Khatilov ha detto in un'intervista al 'New York Post' che gli è stato detto di scaricare i file dal sistema di Tesla perché doveva lavorare con alcuni di essi e lui solo "involontariamente" ha spostato la cartella nel suo Dropbox.

"Lavoro da circa vent'anni in questo settore e so di cosa trattano i documenti sensibili e non ho mai, mai provato ad accedere a nessuno di questi o a rubarli", ha detto Khatilov.

Tesla afferma che il personale addetto alla sicurezza delle informazioni ha rilevato un download non autorizzato e ha chiesto un confronto con Khatilov

"Dopo essere stato sollecitato, ha concesso l'accesso al suo account Dropbox agli ispettori di Tesla, che hanno scoperto che le affermazioni dell'imputato erano vere e proprie bugie, trovando migliaia e migliaia di script informatici riservati di Tesla nel suo Dropbox. L'imputato ha poi affermato di aver in qualche modo "dimenticato" le migliaia di altri file che ha rubato (quasi certamente un'altra bugia)", ha affermato l'azienda.

Tesla sta attraversando dei problemi

Tesla ha ricevuto in passato reclami relativi al controllo della qualità e al servizio clienti. Secondo un sondaggio del 2019 della società di ricerca Bernstein, il servizio dell'azienda e l'esperienza del cliente si erano rivelati problematici, "con pochi miglioramenti nella maggior parte delle aree e deterioramento di diversi parametri rispetto ai risultati del nostro sondaggio del 2017". Nel frattempo nel Regno Unito alla società è stato richiesto dalla National Highway Traffic Safety Administration di ritirare circa 158 mila veicoli Model S e Model X.

Nonostante tutto, Tesla ha annunciato all'inizio di questo mese di essere riuscita a raggiungere un altro trimestre record e un altro anno record in entrambi i parametri, raggiungendo il suo obiettivo di produzione di 500 mila unità.

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала