Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Secondo uno studio potrebbero esistere enormi buchi neri primordiali, più grandi dei supermassicci

Seguici su
Si sospetta che i cosiddetti "buchi neri stupendamente grandi" siano corpi celesti veramente antichi che potrebbero essersi formati molto prima delle galassie.

Gli scienziati hanno già scoperto buchi neri supermassicci (SMBH) con masse fino a dieci miliardi di volte quella del nostro Sole, ma un nuovo audace studio suggerisce che potrebbero esistere corpi celesti ancora più grandi.

Secondo il sito phys.org, lo studio condotto dal professor Bernard Carr della Queen Mary, emerito della School of Physics and Astronomy, insieme a F. Kuhnel (Monaco) e L. Visinelli (Frascati), si concentra sulla forma di questi cosiddetti "buchi neri stupendamente grandi" (SLAB) e la misura in cui potrebbero crescere.

Si ritiene che i buchi neri supermassicci si formino all'interno delle galassie che li ospitano e crescano divorando la materia dall'ambiente circostante o fondendosi con altri buchi neri. Secondo i ricercatori, riportati da phys.org, gli SLAB "potrebbero essere 'primordiali', formatisi nell'Universo primordiale e ben prima delle galassie".

"Sappiamo già che i buchi neri esistono su una vasta gamma di masse, con un SMBH grande quanto quattro milioni di masse solari collocato al centro della nostra galassia. Sebbene attualmente non ci siano prove dell'esistenza degli SLAB, è concepibile che potrebbero esistere e potrebbero anche risiedere all'esterno di galassie nello spazio intergalattico, con interessanti conseguenze osservative. Tuttavia, sorprendentemente, l'idea degli SLAB è stata ampiamente trascurata fino ad ora", ha detto Carr.

Sempre secondo il sito, mentre il sospetto meccanismo di formazione dei buchi neri supermassicci suggerisce un certo limite superiore alla loro massa - "un po' sopra i dieci miliardi di masse solari" - i supposti buchi neri "primordiali" non sono il prodotto di una stella che collassa e la loro massa potrebbe variare da "molto piccola" a "stupendamente grande".

Carr ha aggiunto che gli scienziati hanno alcune teorie su come potrebbero formarsi gli SLAB e che spera che il loro lavoro "motivi le discussioni nella comunità".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала