Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia e Israele discutono cooperazione nella produzione congiunta di vaccini - Ambasciatore

© Sputnik . Serkan DemirtaşUn'operatrice sanitaria tiene una siringa con il vaccino anti-Covid, Turchia
Un'operatrice sanitaria tiene una siringa con il vaccino anti-Covid, Turchia - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia e Israele stanno discutendo di mettere insieme le risorse per la produzione congiunta di vaccini contro il COVID-19, ha detto in un'intervista l'ambasciatore russo in Israele Aviv Anatoly Viktorov.

"Sì, la questione non è stata rimossa dall'agenda e la possibile produzione congiunta di un vaccino è in esame bilateralmente. Non nominerò questo vaccino, perché questo è solo oggetto di negoziazione. Molte altre opzioni sono possibili, ad esempio, la cooperazione con AstraZeneca. La Russia ha contatti con questa società registrata nel Regno Unito, e Israele ha contatti, e lì sono possibili altre opzioni, ma ora sarebbe inappropriato per me fare previsioni su tale cooperazione", ha detto Viktorov.

A dicembre, il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu in una conversazione telefonica hanno discusso le opzioni per aumentare la cooperazione bilaterale, anche nel contesto della lotta alla diffusione del coronavirus.

Il centro medico Hadassah con sede a Gerusalemme aveva precedentemente ordinato 1,5 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik V contro COVID-19. L'ospedale sta ora aspettando il permesso del ministero della Salute per utilizzare il farmaco.

Nel caso in cui il ministero rifiuta l'autorizzazione, Hadassah utilizzerà il vaccino nelle sue filiali estere. Il ministero della Salute israeliano sta ora esaminando i documenti presentati dalla parte russa per la registrazione dello Sputnik V in Israele.

L'ambasciatore ha aggiunto che la Russia rispetterà qualsiasi decisione perché la salute di qualsiasi nazione è di competenza delle sue autorità.

Lo scorso novembre il governo israeliano ha firmato un accordo con Pfizer e BioNTech per 8 milioni di dosi del loro vaccino. Finora, più del 20% della sua popolazione di oltre 9 milioni di persone ha ricevuto la prima dose di vaccino da quando la campagna di vaccinazione è iniziata il 20 dicembre.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала