Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Disarmo, per Washington Post amministrazione Biden punta a proroga 5 anni trattato Start con Russia

© AFP 2021 / BRENDAN SMIALOWSKIA deactivated Titan II nuclear ICMB
A deactivated Titan II nuclear ICMB - Sputnik Italia
Seguici su
A sua volta in passato Mosca ha dichiarato di essere pronta a lavorare con il nuovo presidente americano sia sulla proroga dell'ultimo trattato sul controllo delle armi nucleari tattico-strategiche, sia sulla ripresa del Trattato Inf sul divieto di missili e medio e corto raggio, che Washington aveva lasciato durante l'amministrazione Trump.

Il presidente Joe Biden vuole estendere la validità del trattato New START con la Russia, giunto ormai a due settimane dalla scadenza, ha riferito il Washington Post citando due anonimi funzionari statunitensi. Il team democratico aveva a lungo dubitato dell'estensione del trattato, ma recentemente ha deciso di chiedere una proroga perché la data di scadenza dell'accordo si sta rapidamente avvicinando, secondo quanto riferito dalla fonte.

"Il nuovo START è manifestamente nell'interesse della sicurezza nazionale degli Stati Uniti e ha ancora più senso quando le relazioni con la Russia sono contrapposte", ha detto al quotidiano un anonimo funzionario statunitense.

Allo stesso tempo Biden non ha intenzione di "resettare" le relazioni con il Cremlino come ha fatto il suo ex capo, il presidente Barack Obama, nel 2009. Fonti del Washington Post sostengono che la nuova amministrazione intende "imporre nuovi costi" alla Russia e per farla sentire responsabile delle presunte "azioni sconsiderate e aggressive" negli ultimi anni.

In precedenza il candidato alla carica di segretario di Stato dell'amministrazione Biden, Antony Blinken, ha dichiarato durante la sua audizione di conferma al Senato che l'estensione del nuovo trattato START, che limita significativamente gli armamenti nucleari che le due potenze possono schierare, va a beneficio degli interessi nazionali degli Stati Uniti. Ha citato "l'eccezionale accesso ai dati e alle ispezioni" come uno dei momenti positivi chiave per mantenere vivo l'accordo.

In precedenza il capo della diplomazia russa Sergey Lavrov aveva detto che Mosca avrebbe atteso la decisione della nuova amministrazione americana prima di fare la propria mossa in relazione al trattato New Start.

Il trattato New START

Il trattato New START, (New Strategic Arms Reduction Treaty), siglato nel 2010, scadrà il 5 febbraio 2021.

L'accordo prevede una serie di limiti agli armamenti nucleari per entrambe le parti sintetizzabili in una riduzione a massimo 1.550 testate atomiche strategiche, solo la metà delle quali da mantenere pronte all'uso (limite di 700 vettori nucleari tra Missili Balistici Intercontinentali, Lanciamissili Sottomarini Nucleari e Bombardieri Pesanti contemporaneamente operativi).

Attualmente il New START è l'ultimo trattato sulla riduzione delle armi nucleari firmato da Stati Uniti e Russia ancora in vigore dopo l’uscita statunitense dal Trattato INF. La Russia ha manifestato ripetutamente la volontà di prolungarlo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала