Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Poste Italiane sbarca in Cina con l’acquisto del 51% di Sengi

Seguici su
Nella prima operazione all’estero del gruppo, Poste Italiane scommette sull’e-commerce. Per l’amministratore delegato, Matteo Del Fante, si tratta di “un traguardo storico”.

Poste Italiane e Cloud Seven Holding Limited hanno siglato un accordo quadro vincolante per il rafforzamento della partnership nel mercato dell’e-commerce tra l’Italia e la Cina. Secondo quanto precisato in una nota, l’accordo quadro prevede l’acquisizione da parte di Poste Italiane del 51% del capitale votante di Sengi Express Limited (“Sengi Express”), società interamente posseduta da Cloud Seven Holding Limited con sede a Hong Kong.

Sengi Express è una società leader nella creazione e nella gestione di soluzioni logistiche cross-border per i merchant dell’e-commerce cinese attivi sul mercato italiano, con un fatturato pro-forma di circa 80 milioni di euro nel 2020.

Il closing dell’operazione è previsto entro la fine del primo trimestre del 2021.

Prima azienda estera a entrare nel Gruppo Poste Italiane

Per la prima volta, una società estera entrerà a far parte del Gruppo Poste italiane.

“Si tratta di un traguardo storico nel processo di apertura di Poste Italiane ai mercati internazionali, grazie all’ingresso di una società estera nel Gruppo. Con questo accordo diversifichiamo ulteriormente, anche a livello geografico, i nostri ricavi e proseguiamo nella nostra strategia di crescita tramite alleanze nelle aree di business più promettenti”, ha commentato Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane.

Per Nelly Han, amministratore unico di Cloud Seven Holding Limited “questa operazione è la naturale evoluzione della partnership che ci lega da qualche anno a Poste Italiane, di cui proponiamo, con orgoglio e successo, i servizi ai nostri clienti in Cina. Siamo molto felici di entrare a far parte di un importante Gruppo, quotato in Borsa, e siamo sicuri che faremo fronte con successo a questa stimolante sfida”.

Poste Italiane scommette sull'e-commerce

Il gruppo italiano ha rafforzato negli ultimi mesi i servizi per l'e-commerce, cresciuto a causa della pandemia di coronavirus. Stando agli ultimi dati Istat, nel 2020 il settore ha registrato un +50,2% su base annua.

Da parte sua, Poste Italiane ha riferito di aver consegnato a dicembre 27 milioni di pacchi, di cui 20 milioni legati all'e-commerce, quasi 10 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2019 (+56%).

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала