Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Turchia, vietate pubblicità su Twitter, Periscope e Pinterest dopo nuova legge sui social

© AP Photo / Richard DrewTwitter logo
Twitter logo - Sputnik Italia
Seguici su
Il parlamento turco aveva approvato la nuova legge già in luglio, ma la sua entrata in vigore effettiva era prevista per la giornata di oggi.

La Turchia ha imposto dei divieti alle pubblicità su Twitter, Periscope e Pinterest, in quanto queste ultime hanno fallito nel compiti di adeguarsi alla nuova legge approvata dal parlamento turco nel mese di luglio sui social media e che impone la presenza obbligatoria di una rappresentanza in Turchia per tutte le compagnie straniere.

La nuova normativa è entrata in vigore questo martedì ed è stata accolta favorevolmente dai volti di maggiore spicco della politica turca, che la hanno definita un grande passo per proteggere gli interessi nazionali nel settore del cyberspazio.

"Siamo determinati a fare tutto il necessario al fine di proteggere i dati, la privacy e i diritti della nostra nazione", ha dichiarato il viceministro dei Trasporti di Ankara Omer Fatih Sayan, il quale ha ribadito l'impegno del governo a combattere quello che ha definito il "fascismo digitale".

Tra le altre restrizioni, vi è anche quella di immagazzinare tutti i dati degli utenti su dei server situati in Turchia.

Lo scorso mese, anche un altro importante social network come YouTube aveva reso noto di essere pronto ad adeguarsi alla legislazione corrente, così come Facebook, che però ha avvertito di essere pronta a ritirare in qualunque momento i propri rappresentanti dalla Turchia in caso di pressioni da parte di Ankara.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала