Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Eni, alla controllata norvegese Vår Energi assegnate 10 licenze esplorative

© AP Photo / Luca BrunoIl quartiere generale dell'ENI a Milano
Il quartiere generale dell'ENI a Milano - Sputnik Italia
Seguici su
Il sodalizio tra Eni e Vår Energi ha avuto inizio nel 2018, con la controllata norvegese che è attiva nel settore delle esplorazioni e dell'estrazione di idrocarburi.

Vår Energi, società controllata congiuntamente da Eni (69,85%) e da HitecVIsion (30,15%), si è vista assegnare 10 licenze esplorative nell'Awards in Predefined Areas 2020 (APA), gestito dal ministero norvegese del Petrolio ed Energia (MPE).

Ad annunciarlo è la stessa Eni in un comunicato diramato quest'oggi dalla compagnia petrolifera, precisando che in 5 casi si tratta di licenze come Operatore (op) e 5 in qualità di partner.

Le licenze sono state distribuite su tutti i tre  principali bacini minerari della piattaforma continentale norvegese: Mare del Nord, Mar Norvegese e Mare di Barents.

Nella nota viene aggiunto che i risultati dell'APA 2020 rafforzano la posizione di Vår Energi "come una delle principali società energetiche in Norvegia, aggiunge la nota.

Le nuove licenze esplorative sono situate sia in aree attorno ai centri produttivi chiave che in altre aree, a piena conferma della strategia di Vår Energi e dell'impegno nell'esplorazione della piattaforma continentale norvegese, che costituisce una parte fondamentale della futura crescita organica della società.

La creazione di Vår Energi

Con la fusione di Point Resources AS con Eni Norge AS nel 2018 ha visto la luce Vår Energi, compagnia petrolifera norvegese attiva nel settore 
delle esplorazioni e dell’estrazione di idrocarburi nel paese scandinavo.

Vår Energi conta circa 800 dipendenti e gestisce 17 giacimenti di petrolio e gas naturale situati tra  il Mare del Nord e il Mare di Barents, con riserve per oltre 1250 milioni di barili di petrolio equivalente e una produzione media che si attesta sui 170.000 barili al giorno ma che, entro il 2023, è previsto crescerà fino a 250.000.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала