Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vacanze inconsuete: per quali insoliti servizi sono disposti a pagare i turisti

© Sputnik . Pavel Lvov / Vai alla galleria fotograficaTuristi in spiaggia nel Vietnam
Turisti in spiaggia nel Vietnam - Sputnik Italia
Seguici su
Camere pessime, camerieri indisponenti, celle di un carcere: alla ricerca di avventure i turisti talvolta sono disposti a pagare per delle vere stranezze, persino per lavorare in vacanza. Sputnik vi presenta una carrellata delle più insolite offerte riservate ai viaggiatori.

Volare tanto per volare, crociere con il COVID

Quest’anno le compagnie aeree di alcuni Paesi hanno offerto un servizio a dir poco inusuale: dei voli “da nessuna parte”. Il velivolo decolla e dopo un breve volo ritorna nello stesso punto. L’idea è venuta quando hanno chiuso le frontiere per via della pandemia e i velivoli sono rimasti a terra. I vantaggi di un’esperienza simile sono svariati: dai magnifici paesaggi che si ammirano dagli oblò al cibo cucinato dai migliori chef dei ristoranti stellati Michelin.

Una hostess di un Airbus a350-900 Singapore Airlines - Sputnik Italia
Destinazione nowhere. Singapore Airlines lancia i "voli verso il nulla"
Ad esempio, in Russia una compagnia aerea a basso costo ha effettuato il primo volo Mosca-Mosca il 19 dicembre. A bordo è stata offerta ai turisti una gita d’autore sulle cittadine dell’Anello d’oro. I biglietti per il primo volo sono andati esauriti in soli 8 minuti e quelli per il secondo in 6. Il costo è di circa 7.500 rubli (circa 85€).

Ci sono anche crociere che propongono soluzioni simili: la nave esce in mare aperto con i passeggeri a bordo e poi rientra in porto. È emerso che si tratta però di una forma di intrattenimento piuttosto pericolosa. A Singapore la navigazione è stata interrotta per via di casi di coronavirus a bordo. Mentre ripercorrevano i soggetti con cui era entrato in contatto il malato, gli altri 2.000 passeggeri erano in quarantena nelle loro cabine.

Pacchetto “disagi inclusi”

L’inatteso risultato è stato reso possibile dallo scherzo di due blogger britannici che hanno creato la peggiore camera d’hotel possibile e l’hanno messa a disposizione su una piattaforma di alloggi per le vacanze.

I due hanno comprato un materasso e semplicemente l’hanno predisposto con delle lenzuola e un cuscino sotto un albero in mezzo a un campo. Per un maggiore “agio” hanno aggiunto un comodino e una lampada. Come bevande rinfrescanti hanno offerto due bicchieri d’acqua serviti su un vassoio. Hanno trovato degli interessati. Nelle prime 24 ore sono arrivate più di 10 richieste, sia reali sia scherzose. Un potenziale ospite scriveva: “C’è l’aria condizionata in camera?”. Un altro che sarebbe stato felice di dormirci se non fosse arrivata la pioggia.

Non te lo puoi dimenticare

Uno degli ostelli di Amsterdam alla fine degli anni ’90 si definì il peggiore al mondo e ha costruito su questo la sua campagna pubblicitaria. Agli ospiti sono garantiti servizi minimi e molto rumore per via degli aerei. Questo ha generato un forte aumento della richiesta e una diminuzione delle lamentele. Del resto, gli ospiti erano stati avvisati.

Oggi la struttura non adotta più questa strategia. “Francamente non è il migliore ostello di Amsterdam, ma di certo non te lo puoi dimenticare”, promettono sul sito. “Avrete ciò per cui pagate. I nostri prezzi sono bassi, quindi non aspettatevi la piscina, il servizio in camera, la camera per i novelli sposi, la palestra, i flaconcini di shampoo, la spa o corridoi con stupidi cappelli”.

Hotel-prigione

Un hotel situato nella cittadina tedesca di Kaiserslautern era una ex prigione e oggi offre ai turisti sia tradizionali camere d’albergo sia vere e proprie celle. In queste ultime “il bagno, il rubinetto e il letto sono proprio come in una prigione, le docce sono separate in base al sesso e si trovano alla fine del corridoio di ogni piano”. Ci sono ospiti interessati.

Un hotel lettone offre ai turisti di “pernottare in una prigione più incredibile di Alcatraz, di dormire su una branda, di provare la razione dei carcerati”.

Qui ti ci mandano

Un servizio a dir poco particolare è quello di alcuni locali, anche in Russia. “Qui ti mandano a quel Paese. I camerieri dicono parolacce e prendono in giro gli ospiti”, promette la descrizione di Instagram di un locale di San Pietroburgo il quale, tra l’altro, è fra i peggiori del Paese.

La città russa di Kaliningrad vista dall'alto. - Sputnik Italia
Le migliori destinazioni nuove per un viaggio indimenticabile
Negli USA esiste una catena di ristoranti nota per gli insoliti interni e per la poca cordialità dei camerieri. Sono locali, però, molto popolari. Si registrano opinioni contrastanti in merito. Ad esempio, Maksim dalla Russia scrive che venivano offerti degli spiritosi cappelli “la cui forma ricordava quella di vasi da notte sui quali era scritto: Mamma mi aiuta ancora a farla sul vasino”.

Un altro viaggiatore, invece, recensiva il locale affermando che le battute erano spente e il cibo mediocre. Ma in generale su Tripadvisor le recensioni positive sono di gran lunga la maggior parte. Si consiglia, ad ogni modo, di visitare il locale solo se dotati di senso dell’umorismo.

In alcuni Paesi troviamo anche ristoranti a tema bagno: al posto delle sedie e, talvolta, dei piatti vi sono dei water.

Senzatetto e carcerati

A Barcellona i viaggiatori possono effettuare tour della città in maniera insolita: infatti, le guide sono dei senzatetto. Questi mostrano dove si può trovare un posto per dormire, dove ci si può lavare, vestire, come cercare un lavoro per sopravvivere. Il costo parte da 135 euro per un tour individuale e da 14,5 euro per uno di gruppo.

Ciclismo - Sputnik Italia
Turismo sostenibile e in movimento, l'Italia meta preferita tra gli amanti delle due ruote
In Bolivia i turisti possono fare il tour delle carceri guidati dai carcerati stessi. Non è raro trovare all’interno delle prigioni famiglie intere. Il penitenziario diventa quindi una comunità chiusa dove avviene persino la compravendita delle celle. Il turismo, in tale ottica, costituisce una ulteriore fonte di reddito. In verità, parrebbe un’attività illecita, ma, secondo alcune stime, un tempo si facevano fino a 50 tour al giorno.

Pagare per lavorare

Ci sono poi delle mete in cui gli ospiti sono disposti a pagare per lavorare. Si tratta di un turismo consapevole. Sono molto richieste le offerte di lavoro nel settore agricolo: passare del tempo nella natura, mungere una capra, nutrire gli agnellini direttamente dalle mammelle, prendere parte al processo della fienagione.

“Ai turisti si propone di effettuare attività che non richiedono particolari abilità e non sono pericolose”, spiegano sul sito web di una fattoria ecologica nella regione di Tver. “In campagna potrete fare la raccolta, badare agli animali, preparare il formaggio, il burro e altri alimenti. Insomma, potrete trovare l’attività che vi piace di più”. Il costo di questa esperienza varia tra i 500-800 rubli fino a diverse migliaia di rubli al giorno (6€-22€).

I turisti possono scegliere di andare a ricostruire dei piccoli villaggi russi, aiutare gli abitanti del luogo a realizzare vari progetti. Tuttavia, si tratta talvolta di esperienze anche piuttosto costose.

Ad esempio, un tour nel circondario autonomo della Chukotka per aiutare a costruire il Museo dell’artigianato marittimo a cielo aperto (organizzato da una agenzia specializzata in viaggi “per la mente e per il corpo”) costava quest’estate 232.000 rubli (2.600€) per adulto senza volo.

Costa meno pernottare e lavorare nella regione di Leningrado dove i prezzi partono da 20.000 rubli (220€). Un viaggio di tre giorni a Gorodets durante l’autunno per restaurare le meravigliose decorazioni sugli esterni delle case tradizionali russe costa 16.800 rubli (188€), spese di viaggio escluse.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала