Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Parigi: proteste contro la legge sulla sicurezza globale

© Sputnik . Julien MattiaProteste davanti all'Assemblea nazionale a Parigi
Proteste davanti all'Assemblea nazionale a Parigi - Sputnik Italia
Seguici su
Sputnik Italia è in diretta da Parigi dove i manifestanti si sono radunati per protestare contro la legge sulla sicurezza globale.

I manifestanti sono di nuovo scesi nelle strade di Parigi per partecipare alla seconda ondata delle proteste contro la legge sulla sicurezza globale. Nella capitale francese si svolge la Marcia delle Libertà i cui partecipanti vogliono esprimere il loro dissenso contro l'articolo 24 del disegno di legge sulla sicurezza globale, approvato dall'Assemblea nazionale francese il 27 novembre, che, secondo loro, viola i principi della libertà di stampa. 

La legge sulla sicurezza globale

L'Assemblea nazionale (la camera bassa del Parlamento francese) il 24 novembre ha adottato in prima lettura il progetto di legge "Sulla sicurezza globale". L'articolo 24 prevede una pena di un anno di reclusione e una multa di 45mila euro per la diffusione di immagini del volto e "di altri parti identificative" di poliziotti e gendarmi durante il loro servizio "con lo scopo apparente di nuocere alla loro integrità fisica o mentale".

Cars burn during a demonstration against the Global Security Bill that rights groups say would make it a crime to circulate an image of a police officer's face and would infringe journalists' freedom in France, in Paris, November 28, 2020. - Sputnik Italia
Notte di scontri e violenza a Parigi per le proteste contro disegno di legge sulla sicurezza
Il documento ha provocato l'indignazione tra le associazioni di categoria dei giornalisti, temendo che l'articolo 24 danneggerebbe gravemente la libertà di parola, dal momento che nè i media nè i cittadini potrebbero seguire il lavoro delle forze dell'ordine durante le manifestazioni. Le proteste sono esplose in diverse città del Paese. Allo stesso tempo il governo ha ripetutamente assicurato che il disegno di legge non proibirà ai giornalisti di filmare i funzionari della sicurezza.

Successivamente la maggioranza parlamentare ha deciso di riscrivere l'articolo 24, ma i sindacati hanno nuovamente invitato la gente a manifestare. Il Senato (camera alta del parlamento) esaminerà il disegno di legge a gennaio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала