Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Medico di Mantova morto: il vaccino non c’entra

© Sputnik . Serkan DemirtaşUna siringa con il vaccino anti-Covid
Una siringa con il vaccino anti-Covid  - Sputnik Italia
Seguici su
L'autopsia esclude che il medico di Mantova sia morto in correlazione alla somministrazione del vaccino anti-Covid. All'autopsia ha assistito anche un professore proveniente dall'Università di Milano.

Si è svolta l’autopsia sulla salma del medico di Mantova morto all’età di 64 anni a Modena lo scorso 14 gennaio. Secondo i medici legali il dottor Enrico Patuzzo non è morto in correlazione alla somministrazione del vaccino anti-Covid a cui si era sottoposto nelle ore precedenti.

L’anatomopatologo dell’Asst di Mantova e il professore Andrea Piccinini dell’Università degli Studi di Milano, che hanno condotto l’autopsia hanno escluso che il medico sia morto in conseguenza dell’iniezione del vaccino contro il Coronavirus ricevuta.

A causare la morte del medico, quindi, le patologie pregresse del dottore che aveva anche un problema cardiaco.

L’autopsia, disposta per verificare eventuali correlazioni tra morte e vaccino, smentisce quindi questa ipotesi perché il decesso non risponde a “una delle condizioni descritte in letteratura nei casi di reazioni avverse per vaccini comunemente utilizzati”, scrivono gli specialisti nella relazione.

Il medico, uno stimato chirurgo dell’ospedale di Mantova, è stato colto da infarto nella propria casa di Porto Mantovano giovedì 14 gennaio intorno alle ore 11. Il medico era noto soffrire di problemi cardiaci che lo avevano costretto a trasferirsi in un altro ospedale, il Destra Secchia di Pieve di Coriano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала