Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La fidanzata visita in carcere Zaki, che si dice grato per la cittadinanza onoraria di Bologna

© Foto : Social mediaPatrick George Zaki, ricercatore presso l'Università di Bologna
Patrick George Zaki, ricercatore presso l'Università di Bologna - Sputnik Italia
Seguici su
Patrik Zaki è detenuto nel carcere di Thora, al Cairo, dal 7 febbraio scorso. Le accuse a suo carico vanno dal terrorismo alla propaganda sovversiva. Intanto domani, 17 gennaio, è fissata una nuova udienza per il rinnovo della sua detenzione.

Patrick Zaki, lo studente dell'Università di Bologna detenuto in Egitto dal febbraio dello scorso anno, ha ricevuto in prigione la visita della fidanzata. 

Zaki, a cui lunedì scorso il consiglio comunale di Bologna ha conferito la cittadinanza onoraria, si è detto "molto emozionato ed estremamente grato" per il riconoscimento. Lo riporta Rainews.

Lo studente ha anche aggiunto che non vede l'ora di tornare nella sua città e nella sua Università.

Intanto domani, 17 gennaio, è fissata una nuova udienza per il rinnovo della sua detenzione.

L'egiziano Patrick George Zaki, ventinovenne studente dell'Università di Bologna, è stato arrestato nel suo paese tra il 7 e l'8 febbraio del 2020.

Tra le imputazioni a suo danno anche l'accusa di propaganda sovversiva su Facebook, definita fake news dai legali del ragazzo.

Prima della visita della fidanzata, non vedeva alcun familiare da agosto e in passato aveva denunciato torture ai suoi danni, mirate anche a estorcere al ricercatore confessioni sul suo rapporto con l'Italia e Giulio Regeni.

Diverse udienze si sono svolte senza la presenza di Zaki né dei suoi legali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала