Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, morto il sindaco-medico di San Nicandro Garganico

© Sputnik . Ilya PitalevMedico in un reparto Covid
Medico in un reparto Covid - Sputnik Italia
Seguici su
Costantino Ciavarella, medico di famiglia e sindaco di San Nicandro Garganico, in provincia di Foggia, è il 292esimo camice bianco a morire per colpa del Covid. Il presidente della FNOMCEO, Filippo Anelli: "Stillicidio di morti che non si ferma”.

È il 292esimo camice bianco morto per il Covid dall’inizio della pandemia, Costantino Ciavarella, medico di famiglia e sindaco di San Nicandro Garganico, comune in provincia di Foggia.

Il primo cittadino, che continuava ad esercitare la sua professione, aveva 65 anni. Si è infettato durante una visita ad un suo paziente. Subito, per lui, si era reso necessario il ricovero. All’inizio aveva reagito bene alle cure, poi il virus non gli ha lasciato scampo.

La sua scomparsa ha scosso un’intera comunità. È sempre stato “in trincea” nella lotta al Covid, sia come sindaco, sia come medico, racconta chi lo conosceva bene.

“Era sicuramente una persona buona che amava la sua città e interpretava la politica come servizio, allo stesso modo in cui per anni ha fatto il medico”, scrive sulla sua pagina Facebook Marialuisa Faro, deputata del M5S originaria proprio di San Nicandro Garganico e amica del sindaco-dottore.

“San Nicandro Garganico – ha aggiunto la parlamentare stringendosi alla famiglia Ciavarella - perde una persona perbene, certamente di grande onestà”.

A ricordare Ciavarella è anche Marco Pellegrini, senatore pentastellato eletto nella provincia di Foggia. “Come tantissimi medici e operatori sanitari, in questo terribile periodo di pandemia, - ha scritto sui social - non si era mai fermato né risparmiato e aveva  continuato ad assistere i pazienti, oltre a  svolgere il suo ruolo di sindaco”.

“Purtroppo – è l’amara conclusione - questo maledetto virus se l'è portato via”.

Di “stillicidio di morti che non si ferma” parla anche il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici e presidente dell'Ordine dei Medici di Bari, Filippo Anelli.

"Questo ennesimo lutto mi addolora e mi preoccupa”, ha scritto in una nota diramata ai giornalisti. “Benché a oggi siano 2480 i medici di famiglia pugliesi vaccinati per il Covid 19, pari quindi all'80 per cento – va avanti il rappresentante in una nota - è vitale accelerare il piano di vaccinazione per tutto il personale sanitario, inclusi liberi professionisti e odontoiatri, perché l'intera categoria è esposta".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала