Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Piccione vola per 13mila km dagli USA all'Australia, ora rischia abbattimento

© AFP 2021 / Frank RumpenhorsPiccione
Piccione - Sputnik Italia
Seguici su
Il dipartimento australiano dell'agricoltura ha spiegato che il piccione potrebbe potenzialmente compromettere la sicurezza alimentare del paese e le popolazioni di uccelli selvatici.

Un piccione da corsa che è riuscito ad attraversare l'Oceano Pacifico e ad arrivare in Australia dagli Stati Uniti potrebbe ora essere abbattuto a causa delle preoccupazioni delle autorità locali sul fatto che il pennuto possa essere un potenziale rischio di quarantena.

Il piccione, che in qualche modo è riuscito a fare un viaggio di 13.000 chilometri attraverso il Pacifico, è stato scoperto da un certo Kevin Celli-Bird che ha detto di aver trovato l'uccello nel suo cortile di Melbourne il 26 dicembre e lo ha chiamato Joe, in onore del nuovo presidente degli Stati Uniti.

Secondo Associated Press, il piccione "è scomparso da una corsa" in Oregon il 29 ottobre, con gli esperti che sospettavano che l'uccello "si sia fatto dare un passaggio da una nave da carico".

Ora, tuttavia, il piccione ha apparentemente attirato l'attenzione del servizio australiano di quarantena e ispezione, con Celli-Bird che spiega di essere già stato contattato e gli è stato chiesto di catturare l'uccello.

"Dicono che se proviene dall'America, allora sono preoccupati per le malattie degli uccelli", ha detto. "Volevano sapere se potevo aiutarli. Ho detto: Ad essere onesti, non riesco a prenderlo. Posso arrivare a 50 millimetri da esso e poi si muove'."

Ha anche aggiunto che le autorità di quarantena stanno ora considerando di impiegare un cacciatore di uccelli professionale per catturare l'inafferrabile piccione.

Nel frattempo, il Dipartimento dell'Agricoltura australiano, che si occupa di questioni di biosicurezza nel Paese, ha annunciato che al piccione "non è permesso rimanere in Australia" perché "potrebbe compromettere la sicurezza alimentare australiana e le nostre popolazioni di uccelli selvatici".

"Rappresenta un rischio diretto di biosicurezza per la fauna degli uccelli australiana e per la nostra industria avicola", ha affermato il dipartimento in una nota.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала