Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cts, Covid: proroga stato di emergenza al 31 luglio, preoccupati per riapertura impianti sciistici

© Sputnik . Viktor Onuchko / Vai alla galleria fotograficaTurismo invernale sulle Alpi
Turismo invernale sulle Alpi - Sputnik Italia
Seguici su
Il Comitato tecnico scientifico ribadisce la necessità di non allentare le misure restrittive ed esorta il governo a mantenere lo stato di emergenza fino al 31 luglio. Inoltre ha confermato che i mondiali di sci di Cortina si svolgeranno a porte chiuse.

Il Comitato Tecnico Scientifico sconsiglia l'allentamento delle misure, invitando anzi il governo con il nuovo Dpcm a estendere lo stato di emergenza per altri sei mesi. Questo perché, secondo gli scienziati, sono stati registrati altri 14.000 contagi in un giorno e un tasso di positività che non scende sotto il 10% da diversi giorni. Ma più di tutto il dato che salta all'occhio sono le 616 vittime in 24 ore, per un totale di 80.000 morti dall'inizio della pandemia, riporta La Stampa.

Questo venerdì scadrà l'attuale Dpcm, quindi già da domani in Parlamento il ministro della Salute Speranza descriverà l'impianto generale. In particolare si confermerà il sistema a zone perché, secondo Speranza e Boccia, questo ha permesso all'Italia "di scongiurare almeno due lockdown", cosa invece avvenuta in Germania e Regno Unito, cosa invece a cui auspica Walter Ricciardi. 

Quali saranno le novità?

Il nuovo Dpcm potrebbe includere  nuove, stringenti limitazioni, soprattutto per quanto riguarda la movida, in ragione degli episodi di assembramenti e feste illegali verificatisi durante le feste natalizie.

Inoltre, non è esclusa l'introduzione di una zona bianca per le Regioni con il minor tasso di contagi, nelle quali si renda possibile la riapertura senza limitazioni di tutte le attività commerciali e produttive.

In particolare le principali novità del nuovo documento legislativo che, stando alle indiscrezioni, dovrebbe entrare in vigore il prossimo 16 di gennaio e avere una validità di 50 giorni dopo la firma sono:

  • divieto di asporto dai bar a partire dalle ore 18;
  • divieto di spostamento tra regioni anche nelle zone gialle;
  • conferma del coprifuoco dalle 22;
  • istituzione di una zona bianca in cui effettuare delle riaperture senza limitazioni ma unicamente in
  • presenza di un valore Rt inferiore allo 0,5;
  • riapertura dei musei nelle zone gialle;
  • proroga della chiusura degli impianti sciistici.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала