Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid e spostamenti liberi, la Grecia chiede un certificato di vaccinazione unico nella UE

© AP Photo / Dimitris PapamitsosIl premier greco Kyriakos Mitsotakis
Il premier greco Kyriakos Mitsotakis - Sputnik Italia
Seguici su
Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha proposto all'UE di introdurre un certificato di vaccinazione digitale standard per garantire la libertà di spostamenti tra i paesi. A suo avviso, tale misura dovrebbe essere implementata prima dell'inizio della stagione turistica.

La lettera di Mitsotakis alla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, tutti i capi di Stato e di governi dell'UE, nonché al commissario per la salute e la politica dei consumatori Stella Kyriakidou, è stata resa nota dal servizio stampa del primo ministro.

"Come ben sapete, stiamo entrando in una fase particolarmente critica nella lotta per ridurre i costi umani ed economici della pandemia COVID. I prossimi mesi saranno decisivi per garantire la vaccinazione di massa dei cittadini europei, ridurre l'incidenza e creare le basi per un ritorno alla normalità economica e sociale nel 2021. In quest'ottica, garantire il più presto possibile la ripresa della libera circolazione delle persone tra Stati membri e paesi terzi è una priorità fondamentale per tutti noi ", si legge nella lettera.

Mitsotakis ha fatto sapere che la Grecia ha adottato procedure per facilitare la libera circolazione delle persone vaccinate contro il COVID-19.

"Un passo fondamentale in questo percorso è la creazione di un certificato standard che confermi l'avvenuta vaccinazione di una persona. In tale contesto, allego una bozza di certificato preparata dalle autorità competenti della Grecia. Sarà utilizzata per l'accesso a tutti i tipi di trasporto: aereo, marittimo e ferroviario", ha osservato Mitsotakis.

Il premier ha precisato che la vaccinazione non dovrebbe essere una clausola obbligatoria per i viaggi.

"Anche se non si tratta di rendere la vaccinazione obbligatoria oppure una clausola obbligatoria per i viaggi, le persone che sono state vaccinate dovrebbero avere la possibilità viaggiare liberamente. Sarà anche un incentivo positivo per incoraggiare i cittadini a farsi vaccinare, in quanto è l'unico modo per garantire un ritorno alla normalità", scrive il primo ministro.

Mitsotakis ritiene "vitale" stabilire una linea europea comune per tale certificato. "Confido di dare una spinta necessaria in questa direzione, e perciò una copia di questa lettera verrà inviata a tutti i miei colleghi europei", scrive il premier.

Nel caso un accordo sul certificato di vaccinazione e sul suo utilizzo viene raggiunto tra gli stati membri dell'UE, la vicenda potrebbe essere portata ai forum internazionali competenti, contribuendo in tal modo alla ripresa della libera circolazione in tutto il mondo, il che, secondo la lettera, è la base per il ritorno dell'attività economica ai livelli pre-crisi.

"Per paesi come la Grecia, che dipendono dal turismo, è estremamente importante risolvere questo problema prima dell'inizio della stagione estiva", ha sottolineato Mitsotakis.

Nei paesi dell'Unione Europea, la campagna di vaccinazione contro il COVID-19 è ufficialmente iniziata il 27 dicembre. L'ultimo Paese dell'Unione Europea a lanciare la vaccinazione di massa è stato l'Olanda, dove la campagna è iniziata il 6 gennaio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала