Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Così la pandemia ha fatto impennare i profitti delle banche d'investimento

© REUTERS / Eduardo Munoz/FilesLa banca JP Morgan a New York e` il colosso finanziario mondiale
La banca JP Morgan a New York e` il colosso finanziario mondiale - Sputnik Italia
Seguici su
Le principali banche d'affari del mondo nel 2020 hanno registrato guadagni record grazie alla crisi economica prodotta dal Covid. Secondo un'analisi del Financial Times dallo scorso marzo questi istituti hanno incassato 124,5 miliardi di dollari soltanto dagli introiti per le commissioni.

Altro che annus horribilis. Il 2020 è stato l’anno dei record per le grandi banche d’investimento.

A dirlo è un’analisi del Financial Times, ripresa da Business Insider, che certifica come dallo scorso marzo le principali banche d’affari abbiano incassato 124,5 miliardi di dollari soltanto dagli introiti da commissioni.

Un risultato ottenuto grazie all'attività delle banche centrali, che dallo scorso marzo “hanno acquistato per 1,3 miliardi di dollari di controvalore ogni ora”. La quantità di scambi finanziari senza precedenti ha permesso alle banche di investimento di guadagnare cifre astronomiche soltanto per le commissioni percepite come garanti.

Secondo Jason Goldberg, analista di Barclays, citato da Business Insider lo sforzo di massa delle compagnie per “accedere al mercato dei capitali per sistemare i propri bilanci” per far fronte alle sfide economiche della pandemia, ha generato “un giro d’affari in controvalore legato al mercato del debito pari a oltre 5 trilioni di dollari”, dal quale le principali banche d’investimento mondiali hanno guadagnato passivamente 42,9 miliardi di dollari, pari al +25 per cento rispetto all’anno scorso.

“La discesa in campo delle Banche centrali – si legge sul Financial Times – ha cambiato l’approccio all’emergenza di molte multinazionali” che “dalla fine di marzo in poi si sono focalizzate sulle emissioni obbligazionarie di lunga durata, al fine di garantirsi un finanziamento prolungato e a costo irrisorio”.

Il mercato azionario ne ha beneficiato, lo scorso anno, per la cifra record di 435 miliardi di dollari, superando quasi del 50 per cento il precedente record di 279 miliardi fatto registrare nel 2014.

Questo a permesso alle grandi banche come JPMorgan Chase, Goldman Sachs, Bank of America, Morgan Stanley e Citigroup di fare incassi record sulle commissioni, facendo registrare gli introiti più cospicui da dieci anni a questa parte.  

La situazione potrebbe cambiare però con l’arrivo del vaccino e il progressivo ritorno alla normalità. Secondo gli esperti citati dall’agenzia Agi per il 2021 ci si aspetta un “calo dei livelli di volatilità del mercato e un ritorno alla normalità più veloce del previsto".

Ma le variabili sul tavolo sono molte, e non sono rappresentate soltanto dall’andamento della pandemia e della campagna di vaccinazione di massa mondiale.

A determinare l'andamento dei mercati saranno anche le relazioni tra Cina e Stati Uniti con la nuova amministrazione Biden, e ancora, l’incognita delle elezioni in Germania e gli aiuti da parte dell’Ue.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала