Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cnh, gli Agnelli trattano con i cinesi di Faw per la cessione di Iveco

© Foto : IvecoVeicolo commerciale Iveco
Veicolo commerciale Iveco - Sputnik Italia
Seguici su
L'annuncio è arrivato dalla società controllata da Exor, la holding della famiglia Agnelli, dopo una serie di indiscrezioni pubblicate dalla Reuters. La trattativa era ferma da circa un anno perché il gruppo cinese aveva offerto una cifra "inadeguata".

Cnh Industrial, la società controllata da Exor, la holding della famiglia Agnelli, ha reso noto di aver “riavviato le trattative per vendere la maggioranza del gruppo italiano Iveco al gruppo automobilistico cinese Faw”.

Lo riporta l’agenzia di stampa Reuters che aveva già lanciato l’indiscrezione nella giornata di ieri, citando tre fonti vicine alla trattativa.

Una trattativa che è ricominciata dopo uno stallo durato un anno. Lo scorso settembre, infatti, come riportava la stessa agenzia, il gruppo automobilistico di proprietà del governo cinese che in Cina collabora anche con Volkswagen e Toyota, aveva fatto un offerta di poco più di tre miliardi di euro per l’acquisto di Iveco, respinta come “non adeguata” da Cnh.

Ora le trattative sarebbero ripartite. L’obiettivo della società con sede a Changchun, che produce veicoli commerciali targati Jiefang, è di espandersi oltre il mercato cinese nei prossimi due anni.

Per questo avrebbe aumentato l’offerta per comprare Iveco, compresa la produzione di camion e autobus, ed acquisire una quota minoritaria della FPT, la società del gruppo CNH che produce motopropulsori. Una mossa che permetterebbe al gruppo cinese di affacciarsi al mercato internazionale dei veicoli commerciali.

Secondo un portavoce di Cnh, citato da La Repubblica, le trattative sarebbero ancora “a livello preliminare”. Ma il titolo quotato a Piazza Affari già è in rialzo. Oggi il guadagno è stato di sei punti percentuali.

Iveco già produce furgoni in Cina in collaborazione con Saic Motor. Sempre secondo le indiscrezioni pubblicate dalla Reuters, infine, la società sarebbe finita nel mirino di un altro grande gruppo cinese, Shandong Heavy Industry, che per acquisirla avrebbe messo sul tavolo 3,5 miliardi di euro.

Ma l'offerta fatta da Faw, secondo le indiscrezioni pubblicate dal Sole24Ore, sarebbe superiore a questa cifra.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала