Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Napoleone negli ultimi anni dell'esilio di Sant'Elena soffriva terribilmente di mal di denti

Seguici su
L'imperatore francese Napoleone Bonaparte riuscì a fuggire dal suo primo esilio sull'isola d'Elba nel 1815 in modo da poter affrontare le forze alleate nella battaglia di Waterloo. Dopo la sua sconfitta fu inviato sull'isola britannica di Sant'Elena per trascorrere i suoi ultimi giorni solo e pesantemente sorvegliato.

Gli ultimi anni di Napoleone non sarebbero stati i più gloriosi da ricordare, poiché l'imperatore francese fu "tormentato" da mal di denti, febbre, senso di oppressione e ansia durante il suo esilio a Sant'Elena, come hanno dimostrato le cartelle cliniche del 1818 rivelate dal 'Daily Mail'.

L'imperatore fu deportato sull'isola britannica nel 1815 dopo la sua sconfitta nella battaglia di Waterloo e vi trascorse sei anni prima della sua morte avvenuta il 5 maggio 1821, che - si ritiene - fu causata da un cancro allo stomaco, sebbene si tratti di un caso ancora controverso.

Secondo il chirurgo irlandese Barry O'Meara, che ha stilato un rapporto medico sullo stato del paziente risalente al 4 giugno 1818, l'imperatore ha sofferto di "una grave crisi" ad un certo punto negli ultimi anni della sua vita.

"Il paziente è stato molto malato durante le notti di mercoledì e giovedì", ha scritto O'Meara nel bollettino che è stato recentemente venduto all'asta in Texas per 1.500 dollari.

"Quando sono stato chiamato per visitarlo, l'ho trovato che soffriva di febbre molto alta", ha aggiunto il medico.

Secondo la nota di O'Meara, il viso di Napoleone "mostrava ansia ed era evidentemente quello di un uomo che stava vivendo gravi sofferenze corporee, un aumento del dolore nella parte destra, mal di testa lacerante, ansia generale e senso di oppressione, pelle calda e secca e pulsazioni accelerate. Tutto ciò faceva presagire una grave crisi”.

Il chirurgo è stato costretto a rimuovere il dente del giudizio dell'illustre paziente, ma ciò non gli avrebbe portato molto sollievo.

Napoleone ha continuato a incolpare per il suo cattivo stato di salute il governatore di Sant'Elena, Sir Hudson Lowe.

Il celebre corso fu esiliato sull'isola fortemente sorvegliata per impedirgli di fuggire  aiutato dai suoi appassionati sostenitori, che usarono yacht e palloncini per salvarlo dall'incarcerazione.

Solo alcuni anni prima della sua ultima prigionia, Napoleone fu esiliato per la prima volta in Italia all'Elba, da cui era riuscito a fuggire per tornare in Francia e riprendere il potere.

Al momento della sua morte, Napoleone fu descritto dagli osservatori come un "relitto fisico".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала