Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Epifania tra riti e tradizioni popolari: così è nata la festa della Befana

Seguici su
L'Epifania è una delle più importanti festività cristiane. Ed è proprio dall'adorazione dei Magi descritta nei Vangeli che è nata la leggenda della Befana.

Ultima delle festività natalizie, l’Epifania è una festa amatissima in Italia, in cui si mescolano sacro e profano. Ogni anno il 6 gennaio le chiese occidentali ricordano l’adorazione dei Magi.

L’episodio è descritto nel Vangelo di Matteo al capitolo due: “Alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: ‘Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo’”.

E ancora: “Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra”. Oro, per rendere omaggio al re, incenso perché quel bambino era il sacerdote dei sacerdoti, e mirra come simbolo del sacrificio che quello stesso bambino avrebbe compiuto per salvare l'umanità.

La questione della veridicità o meno dell’episodio dei Magi così come la loro origine (c’è chi ritiene che non fossero davvero dei re ma dei saggi esperti di astronomia provenienti dalla Persia) è stata assai dibattuta nella storia.

Tuttavia nella tradizione, non solo cattolica, sono numerose le testimonianze sull’adorazione dei Magi.

Marco Polo nel Milione, ricorda Famiglia Cristiana, racconta di aver visitato le loro tombe a Saba, città a sud di Teheran. Nel 1164 l’arcivescovo di Colonia, Rainaldo di Dassel portò le salme dei re dalla chiesa di Sant’Eustorgio a Milano, nella famosa cattedrale della città tedesca.

Milano imbiancata dalla neve - Sputnik Italia
Milano imbiancata, "ecco arriva la Befana"

Proprio alla visita dei Magi è legata la tradizione della calza della Befana.

Una storia popolare racconta che i tre uomini, lungo il cammino verso Betlemme, si fermarono a chiedere informazioni ad un’anziana donna.

La vecchina sapeva che i magi stavano andando ad adorare Gesù, ma in un primo momento non li seguì. Pentita della decisione, uscì a cercare i re portando con sé un cesto di dolci da portare in dono al Bambino.

Vagando per cercare i re Magi si fermò in ogni casa lasciando doni ai bambini, sperando che tra loro ci fosse anche quel Messia nato a Betlemme.

A questa leggenda, legata alla tradizione cristiana, si affiancano altre credenze popolari. In molte regioni d’Italia, infatti, come ricorda il Corriere, si faceva un falò per salutare l’anno vecchio.

Da qui, il carbone portato dalla Befana, secondo la tradizione, ai bambini cattivi, simboleggia in realtà l’anno appena passato che lascia il posto a quello che inizia.

Ma la festa della Befana, che la chiesa ortodossa celebra il 19 gennaio, è famosa soprattutto per i dolci. Tra quelli tradizionali il più conosciuto è la Galette des Rois, la torta francese dedicata proprio ai re Magi.

All’interno della torta di pasta sfoglia, ripiena di crema o marmellata, viene nascosta una piccola fava, oppure una mandorla o un piccolo oggetto. Chi lo mette sotto i denti è il fortunato.

Calza della Befana - Sputnik Italia
Epifania all’italiana, ecco a chi arriverà la calza della Befana da 68 euro

La tradizione del dolce con la sorpresa all’interno è diffuso anche in Piemonte e in Grecia, dove all’interno dell’impasto delle focacce tipiche si mette una moneta.

Anche in Svizzera il dreikönigskuchen, dolce tipico della Befana, contiene all’interno un regalino che troverà il “re della festa”.

Oltre le tradizioni popolari, tuttavia, la festa dell’Epifania ha un significato profondo per i cristiani.

I re che si mettono in cammino simboleggiano l’uomo alla ricerca di Dio.

I magi, spiegava Papa Benedetto XVI in una famosa omelia pronunciata proprio nella festa della “manifestazione” del Signore “erano piuttosto uomini “in ricerca” di qualcosa di più, in ricerca della vera luce, che sia in grado di indicare la strada da percorrere nella vita”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала