Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Deposito nazionale scorie radioattive, M5S: decisioni prese solo con territori locali

© AFP 2021 / JOCHEN LUEBKEMateriale radioattivo
Materiale radioattivo - Sputnik Italia
Seguici su
Deposito di stoccaggio dei rifiuti radioattivi nazionale, i grillini rassicurano la popolazione che senza il loro consenso non si costruirà nulla, da nessuna parte.

Niente paura, il deposito nazionale unico per le scorie radioattive degli italiani non verrà imposto a nessuno. La rassicurazione arriva dal Movimento 5 Stelle attraverso i deputati e le deputate che fanno parte delle commissioni Ambiente e Attività produttive.

I grillini, che prima di salire al governo sono stati degli strenui difensori del movimento No TAP in Puglia, hanno ringraziato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il ministro dello Sviluppo economico Patuanelli per il lavoro compiuto con la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito nazionale.

“Noi facciamo gli interessi degli italiani e non agiamo in base alle convenienze elettorali”, hanno detto i pentastellati, come riportato dall’Adnkronos.

I Comuni sulle barricate preventive

I Comuni sono già sulle barricate. Quelli della Sardegna hanno preceduto anche la pubblicazione della Carta nazionale di un giorno, segnalando il loro no a un sito di stoccaggio dei rifiuti radioattivi sul loro territorio.

Ma dalla Puglia, passando per la Basilicata e la Sicilia, sin da subito i sindaci si sono affrettati a riferire all’opinione pubblica che loro dicono di no.

Il progetto prevede un investimento da 1,5 miliardi di euro iniziali e inoltre sarà un sito attivo per decenni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала