Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Catalfo: Continuerà lo stop ai licenziamenti per aziende in crisi, per evitare tsumani occupazionale

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 ITIl Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo
Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo - Sputnik Italia
Seguici su
La ministra del Lavoro Nunzia Catalfo annuncia una proroga selettiva del blocco dei licenziamenti e della Cig Covid gratis per le imprese, in scadenza il prossimo 31 marzo, sottolineando che "non è il momento di far saltare il governo, ma di rimboccarsi le maniche e correre, se non vogliamo subire ma gestire la crisi".

"Faremo un ragionamento per le aziende in forte crisi: per loro si può pensare di allungare stop ai licenziamenti e cassa integrazione. L’obiettivo è evitare lo tsunami occupazionale, formare i lavoratori in transizione, ricollocarli altrove se l’impresa non riparte. Confidiamo poi nella campagna vaccinale e nei suoi effetti positivi sull’economia", ha spiegato la ministra in un’intervista a Repubblica.

Per questo “nel prossimo decreto, dopo la richiesta di nuovo scostamento, andrà subito rifinanziata la Cassa integrazione legata però alla perdita di fatturato” e “il fondo per l'anno bianco degli autonomi salirà da 1 a 2,5 miliardi, consentendo la decontribuzione totale alle partite Iva con cali di entrate”, ha precisato Catalfo.

La Industry Academy

La ministra ha quindi annunciato di voler anticipare "un'importante politica attiva, la Industry Academy", che punta a superare il mismatch, ossia il fatto che ci sono allo stesso tempo persone che non trovano lavoro e aziende che non trovano lavoratori, perché la loro formazione e le loro competenze non sono quelle che servono alle imprese.

“Industry Academy è un programma incentivato per favorire la sinergia tra imprese e università, Istituti tecnici superiori e Regioni. E superare il mismatch: le imprese cercano profili che non trovano, ma che possono essere formati”, ha detto.

In una precedente intervista, Catalfo aveva sottolineato la necessità di destinare altri due miliardi del Recovery Fund per finanziare un piano per l’occupabilità dei lavoratori, proprio per superare il mismatch.

Naspi allungata per gli over 50 e un miliardo in più per Reddito di cittadinanza

Tra gli altri interventi previsti dalla ministra anche la proroga della Naspi, l’indennità mensile di disoccupazione, “per gli over 50 o vicini alla pensione” e lo stanziamento di “altre risorse sul Reddito di cittadinanza, tra 800 milioni e un miliardo”.

“Le domande per il Reddito di cittadinanza sono salite del 25% con la pandemia", ha rimarcato.

A giugno la riforma di Quota 100

Riguardo alle pensioni, Catalfo ha affermato che “a giugno avremo il piano per superare Quota 100 e garantire flessibilità in uscita”.

La misura voluta dalla Lega e introdotta dal governo Lega-M5S scade il 31 dicembre 2021.

Un unico ammortizzatore sociale per tutti con l'app Io: "Basta burocrazia"

Infine Catalfo ha annunciato l’intenzione di arrivare a “un unico ammortizzatore per tutti i lavoratori e tutte le imprese”, da richiedere usando anche l’app Io, lanciata per il cashback, dicendo così basta alla burocrazia.

“Basterà spuntare le ore di Cig. Niente più Iban, Sr41 e altre contorsioni burocratiche. Il 2020 è stato disastroso per la Cig, è ora di semplificare. E se quello passato è stato l’anno dell’Inps, in prima linea sulle politiche passive, questo sarà l’anno dell’Anpal (Agenzia nazionale politiche attive lavoro) per le politiche attive. Confido nel presidente (Domenico) Parisi, c’è molto da fare”, ha concluso.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала