Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Programma F-35, il Pentagono blocca la produzione in massa a causa della pandemia di Covid-19

© AP Photo / Wilson RingUn caza F-35
Un caza F-35 - Sputnik Italia
Seguici su
Ad oggi il caccia da combattimento F-35 fa parte attivamente della flotta dell'aviazione militare in nove Paesi.

La produzione in massa di caccia per il programma F-35 è stata interrotta a tempo indeterminato da parte del Pentagono. Lo riferisce  Bloomberg.

La decisione è stata presa dall'establishment militare di Washington a causa delle problematiche tecniche e logistiche insorte a causa dell'impatto della pandemia di Covid-19 che hanno comportato il ritardo nei test della simulazione di impiego in scenario di combattimento.

Il portavoce del Pentagono, Jessica Maxwell, ha reso noto che una data di ripresa del processo produttivo sarà presa "sulla base di un esame tecnico indipendente".

Un attesa che potrebbe durare mesi

Per Bloomberg, tuttavia, i tempi per la ripresa dei lavori sugli F-35 potrebbero dilatarsi ben più di quanto sinora previsto, anche in ragione dell'insediamento della nuova amministrazione americana, che avverrà nel mese di gennaio.

Infatti, si ritiene che sarà necessario perlomeno qualche mese affinché il nuovo capo di Stato e i tecnici da questi nominati possano esaminare nel dettaglio la situazione e prendere una decisione in merito.

Il programma F-35 

Finora sono oltre 600 dei circa 3.200 previsti dal programma gli F-35 già integrati nelle forze armate di nove Paesi. Il 2020 si è chiuso con un bilancio di 123 consegne, con le previsioni che già a maggio 2020 erano state viste al ribasso, con un range compreso tra le 117 e le 123 unità.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала