Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Turchia, Erdogan auspica migliori rapporti con Israele

© Sputnik . Mikhail KlimentievIl presidente turco Recep Tayyip Erdogan
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente turco ha affermato che i colloqui a livello di intelligence non si sono mai fermati, seppure frenati dalle politiche israeliane sulla Palestina, definite una "linea rossa".

Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha auspicato questo venerdì ad un miglioramento delle relazioni fra Turchia e Israele, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Reuters.

Il leader turco ha dichiarato che i colloqui a livello di intelligence sono continuati tra le due parti, dopo il deterioramento dei rapporti e l'escalation diplomatica del 2018, che ha portato all'espulsione dell'ambasciatore. Il nodo dolente dei rapporti fra i due paesi è la politica di Israele nei confronti dei palestinesi, definita da Erdogan "inaccettabile". 

“La politica della Palestina è la nostra linea rossa. È impossibile per noi accettare le politiche israeliane sulla Palestina. I loro atti spietati sono inaccettabili ", ha detto Erdogan.

Bandiera turca ad Ankara - Sputnik Italia
Come le sanzioni Ue per violazione dei diritti umani potrebbero incidere sulla Turchia?
Dopo la preghiera del venerdì a Istanbul, Erdogan ha rivelato ai giornalisti che la Turchia ha avuto problemi con "esponenti di massimo livello" dello Stato Ebraico, senza i quali i due Paesi avrebbero avuto rapporti migliori.

"Se non ci fossero stati problemi ai massimi livelli -ha precisato - le nostre relazioni avrebbero potuto essere molto diverse". "Vorremmo portare i nostri legami a un punto migliore", ha aggiunto.

I rapporti fra Ankara e Tel Aviv

Turchia e Israele sono ai ferri corti da alcuni anni per via delle politiche israeliane su Gaza. Nel 2018 Ankara ha espulso l'ambasciatore israeliano in seguito ad un'escalation a Gaza che ha portato a 60 morti fra i palestinesi.

In quell'occasione Erdogan definì le azioni di Israele su Gaza un genocidio, accusando Tel Aviv di praticare l'Apartheid e Netanyauh "di avere le mani sporche del sangue dei palestinesi". 

Queste tensioni, tuttavia, non hanno interrotto le relazioni commerciali tra i due Stati, che proseguono nonostante il deterioramento dei rapporti politici e diplomatici.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала