Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sanzioni Iran, Rouhani: "Finita l'era della guerra economica degli USA"

© AP Photo / Office of the Iranian PresidencyIl presidente iraniano Hassan Rouhani
Il presidente iraniano Hassan Rouhani  - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente della Repubblica islamica ha definito le sanzioni Usa un piano criminale, che si è rivoltato contro chi lo ha adottato, "adesso agli ultimi giorni della sua vita politica". Le misure contro l'Iran sono state ripristinate unilateralmente dall'amministrazione Trump, dopo l'abbandono dell'accordo sul nucleare.

"L'era della guerra economica all'Iran è finita e colui che ha intrapreso questa guerra adesso è agli ultimi giorni della sua vita politica". Lo ha affermato il presidente iraniano Hassan Rouhani questo giovedì durante un collegamento video, durante la presentazione di un progetto del ministero del Petrolio, secondo quanto riferisce l'agenzia nazionale Tasmin news.

Nel suo discorso il capo della repubblica islamica fa un chiaro riferimento al presidente uscente degli Usa, Donald Trump, e alla sua politica di "massima pressione" condotta contro l'Iran.

Il segretario di stato Usa Mike Pompeo  - Sputnik Italia
Pompeo: gli USA inaspiraranno le sanzioni contro l'Iran nella prossima settimana
Rouhani ha ricordato come gli Usa di Trump abbiano ripristinato unilateralmente le sanzioni contro l'Iran, dopo aver lasciato il Piano d'azione congiunto globale (PACG), l'accordo sul nucleare iraniano. Una politica dei "poteri arroganti" che si è rivoltata contro chi l'ha portata avanti, ha sottolineato. 

"Una volta che gli Stati Uniti porranno fine alle sanzioni, sarà di fatto la fine dei loro crimini" contro la nazione iraniana, ha detto il presidente, auspicando giorni promettenti per il popolo iraniano con l'unità politica e sotto la guida del leader della rivoluzione islamica, l'Ayatollah Seyed Ali Khamenei. 

Le sanzioni Usa

Le sanzioni contro l'Iran sono state imposte nuovamente dopo che Trump nel 2018 ha ritirato unilateralmente gli Stati Uniti dal Piano d'azione congiunto globale 2015 (PACG), che prevedeva il ridimensionamento del programma nucleare di Teheran in cambio di misure sanzionatorie. Dopo l'uscita di Trump dall'accordo, Teheran ha annunciato che si allontanerà dai suoi impegni nucleari, rilevando tuttavia che il programma nucleare del paese rimane esclusivamente pacifico.

Diversi paesi, tra cui Russia e Cina, e persino alcuni legislatori statunitensi, hanno esortato l'amministrazione di Trump a revocare le sanzioni durante la pandemia. Pompeo ha affermato che le sanzioni non impediscono all'Iran di ricevere aiuti umanitari.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha stimato che il danno economico arrecato al Paese dalle sanzioni statunitensi sia di circa $50 miliardi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала