Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Raid israeliano in Siria nella notte di Natale, esercito attiva contraerea

© Foto : SANAAttacco missilistico in Siria (foto d'archivio)
Attacco missilistico in Siria (foto d'archivio) - Sputnik Italia
Seguici su
Le esplosioni sono state avvertite nelle prime ore del 25 dicembre nelle campagne di Hama, secondo quanto riferiscono i media statali.

La notte di Natale la difesa aerea siriana è stata attivata per rispondere ad un sospetto attacco israeliano avvenuto nel governatorato di Hama. Lo riferisce la Syrian Arab News Agency. 

S-300 consegnati alla Siria - Sputnik Italia
Contraerea siriana respinge attacco di droni nei pressi di Jableh - agenzia Sana
Poco dopo la mezzanotte, una serie di esplosioni ha attraversato il cielo di Masyaf, situata a circa 37 km ovest da Hama. Il raid ha preso di mira alcuni siti militari nelle campagne di Hama. La contraerea dell'esercito siriano è stata immediatamente attivata. In base a quanto scrive l'analista greca Eva J. Koulouriotis in questa area sarebbero presenti alcune basi delle forze iraniane Quds. 

​Sui social sono stati diffusi i filmati dei bombardamenti e della contraerea siriana in azione. 

​Un video diffuso da un residente della città mostra un incendio esploso durante i bombardamenti nel Centro di ricerca scientifica nei pressi di Masyaf.

​Le immagini del raid sono state diffuse dalle TV siriane e alcune Ong con sede in Gran Bretagna, come l'Osservatorio siriano per i diritti umani, hanno affermato che Israele è probabilmente responsabile dell'attacco, mirato a colpire obiettivi iraniani in Siria. 

Da Tel Aviv, al momento, nessun commento. Tuttavia il premier israeliano aveva promesso di sferrare un colpo schiacciante ai nemici di Israele, riferendosi a Iran e Siria. 

“La nostra politica è chiara e coerente: chi cerca di farci del male subirà un duro colpo", ha dichiarato Benjamin Netanyahu questo martedì alla cerimonia di consegna dei diplomi per i nuovi piloti IAF. “Continueremo ad agire contro i tentativi dell'Iran e dei suoi delegati di stabilire basi militari in Siria. Non scenderemo a compromessi su questo problema ", ha aggiunto. 

Non è la prima volta che la città di Maysaf è bersaglio di un attacco dell'IDF . Lo scorso giugno si sono verificate violente incursioni nell'area, nei pressi della base aerea di Khmeimim, dove è dislocato il contingente militare russo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала