Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Messa di Natale, Papa Francesco: "Dio è nato bambino per spingerci ad avere cura degli altri"

© SputnikPapa Francesco celebra la messa in Vaticano
Papa Francesco celebra la messa in Vaticano - Sputnik Italia
Seguici su
Nella messa celebrata in anticipo e con poco meno di duecento fedeli presenti nella Basilica di San Pietro, per il rispetto delle norme anticovid, Papa Francesco ha riflettuto nelle sue preghiere sul vero significato del Natale.

"La nascita di Gesù è la novità che ci permette ogni anno di rinascere dentro, di trovare in Lui la forza per affrontare ogni prova", ha detto Papa Francesco nella sua omelia di Natale. 

Una messa celebrata in una Basilica di San Pietro semivuota nella vigilia di un Natale diverso dagli altri, una Natività celebrata durante una pandemia, costata 70 mila vite umane in Italia e, che spinge il Pontefice a una riflessione sul significato della nascita di Gesù Bambino, come emblema dell'amore di Dio verso gli uomini, di salvezza e di senso stesso della vita. 

"La sua nascita è per noi: per me, per te, per ciascuno", ricorda Bergoglio. "Oggi Dio ci meraviglia - prosegue - e dice a ciascuno di noi: ‘Tu sei una meraviglia’. Sorella, fratello, non perderti d’animo. Hai la tentazione di sentirti sbagliato? Dio ti dice: ‘No, sei mio figlio!’. Non te lo dice a parole, ma facendosi figlio come te e per te, per ricordarti il punto di partenza di ogni tua rinascita: riconoscerti figlio di Dio, figlia di Dio".

Papa Francesco celebra la messa in Vaticano - Sputnik Italia
Papa Francesco celebra la messa della vigilia di Natale in Vaticano - Video
Questo è il significato intrinseco del Natale, la nascita di Dio fatto uomo in Cristo, un bambino nato in una mangiatoia: essere figli amati di Dio.

"E l’amore di Dio per noi non dipende e non dipenderà mai da noi: è amore gratuito, pura grazia. Solo l’amore di Gesù trasforma la vita, guarisce le ferite più profonde, libera dai circoli viziosi dell’insoddisfazione, della rabbia e della lamentela", ricorda il Papa.

Il Pontefice continua ricordando che Dio ha scelto di nascere non nel lusso, nello sfarzo, ma nella miseria, senza un alloggio degno, nella povertà e nel rifiuto. 

Ha scelto di venire al mondo fra gli ultimi "per farci capire fino a dove ama la nostra condizione umana: fino a toccare con il suo amore concreto la nostra peggiore miseria. Il Figlio di Dio è nato scartato per dirci che ogni scartato è figlio di Dio. E' venuto al mondo come viene al mondo un bimbo, debole e fragile, perché noi possiamo accogliere con tenerezza le nostre fragilità". 

"Dio è nato bambino - prosegue - per spingerci ad avere cura degli altri. Il suo tenero pianto ci fa capire quanto sono inutili tanti nostri capricci. Il suo amore disarmato e disarmante ci ricorda che il tempo che abbiamo non serve a piangerci addosso, ma a consolare le lacrime di chi soffre. Dio prende dimora vicino a noi, povero e bisognoso, per dirci che servendo i poveri ameremo Lui" .

Francesco condanna gli atteggiamenti mondani, quella "mangiatoia di vanità" che ci fa dimenticare la mangiatoria di Betlemme "povera di tutto e ricca di amore".

"Il nutrimento della vita è lasciarci amare da Dio e amare gli altri. Gesù ci dà l’esempio: Lui, il Verbo di Dio, è infante; non parla, ma offre la vita. Noi parliamo molto, ma siamo spesso analfabeti di bontà", afferma. "Abbracciando Te, Bambino della mangiatoia, riabbraccio la mia vita. Accogliendo Te, Pane di vita, anch’io voglio donare la mia vita. Tu che mi salvi, insegnami a servire. Tu che non mi lasci solo, aiutami a consolare i tuoi fratelli, perché da stanotte sono tutti miei fratelli", l'invocazione finale. 

Quest'anno, a causa delle restrizioni Covid, la messa è stata celebrata in anticipo, alle 19.30. La tradizionale benedizioni Urbi et Orbi avverrà alle 12 del 25 dicembre. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала