Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Verona, revocata cittadinanza onoraria a Roberto Saviano per le troppe polemiche

© AP Photo / Luca BrunoRoberto Saviano
Roberto Saviano - Sputnik Italia
Seguici su
A distanza di un anno dalla richiesta portata avanti dal consigliere comunale leghista Alberto Zegler, la città di Verona ha revocato la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano, il quale aveva ottenuto il riconoscimento nel 2008.

Secondo quanto riportato dal giornale L'Adige, la mozione di revoca per la cittadinanza onoraria di Roberto Saviano è passata con 20 voti a favore. La motivazione principale per la revoca, la cui richiesta era stata portata avanti dal consigliere comunale leghista Alberto Zegler, è il carattere troppo polemico dello scrittore nei confronti del leader del Carroccio Matteo Salvini.

"I meriti dello scrittore vengono annullati perché il suo pensiero non è in linea con l'ideologia leghista. Nella prima versione dell'accusa, la motivazione era la forte contrapposizione a Matteo Salvini per il caso del sequestro delle navi di migranti. Nella seconda versione si fa riferimento invece alla netta presa di posizione di Saviano sulla liberalizzazione delle droghe", ha dichiarato prima del voto il consigliere comunale Michele Bertucco.

"Nessuno mette in discussione il suo impegno contro la camorra ma il suo delirio egocentrico lo porta ad attaccare rappresentanti del popolo colpevoli di avere un'opinione diversa dalla sua su più temi: dalle droghe leggere all'immigrazione", il commento di Zegler alle parole di Bertucco.

Della stessa opinione anche il presidente del Consiglio comunale e parlamentare di Fratelli d'Italia Ciro Maschio, il quale ha affermato che nel 2008 appoggiò la concessione della cittadinanza onoraria a Saviano, ma che da quel punto nessun contatto c'è stato tra lo scrittore e la città.

La risposta di Saviano

Lo scrittore commenta la revoca della propria cittadinanza onoraria attraverso un post sul proprio profilo Facebook, affermando che nonostante non sarà più un loro concittadino continuerà a seguire le problematiche e le questioni della città.

"Cari amici veronesi, da oggi non sono più un vostro concittadino. Nella giornata di ieri il Consiglio comunale della città di Verona - con i voti di Lega e Fratelli d'Italia - ha deciso di revocare la cittadinanza onoraria che mi era stata conferita nel 2008. Questo provvedimento non riguarda solo me, ma vuole zittire ogni spinta contraria al pensiero unico dei consiglieri di maggioranza e del loro partito. Un’ideologia che vuole ottundere il pensiero critico e mettere al bando ogni ragionamento e proposta su temi controversi. "Non è nostro concittadino chi non la pensa come noi", ecco cosa vuole dire", si legge nel post di Saviano.

Lo scrittore in precedenza si era espresso contro l'accordo Italia-Libia sui flussi migratori, definendolo un accordo con i criminali che gestiscono la tratta nel Mediterraneo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала